13.3 C
Roma
20 Febbraio 2019
Image default
Arte e Cultura

Artenatale

Artena, 07 dicembre 2013 al 06 gennaio 2014

La Cooperativa Sociale Montefortino di Artena, operatore culturale ai fini della gestione in partenariato con la Provincia di Roma degli spazi del Centro Culturale Polifunzionale “Vecchia Posta” in Artena, presenta, una serie di eventi che si svolgeranno nel periodo 23 novembre 2013 – 6 gennaio 2014.

7 dicembre 2013 – 6 gennaio 2014 “dalla Novena alla Pasquella – immagini e suoni dei rituali di questua” – Mostra.
Saranno esposti materiali inediti dell’archivio multimediale della Cooperativa Sociale Montefortino. La mostra racconterà per immagini, suoni e l’esposizione di strumenti musicali, alcuni importanti rituali di questua del ciclo invernale, alcuni dei quali ancora oggi in uso nella nostra zona.
Gli zampognari che portavano la novena, arrivavano a Roma e nei paesi limitrofi il 25 novembre, giorno di Santa Caterina, venivano invitati nelle abitazioni, dove gli veniva offerto del danaro, del vino o anche del cibo detto “il cartoccio della padrona”.
La novena si articolava con una introduzione, la cantata, la pastorale ed infine il saltarello.
Nella Roma papalina, delle famiglie erano clienti abituali per generazioni di zampognari, quindi “le poste” dove fare la novena venivano trasmesse di padre in figlio.
Una novena costava 2 “paoli”, e finito il periodo natalizio i suonatori riuscivano a guadagnare anche 40 o 50 “scudi”, che per quei tempi era una cifra considerevole che permetteva di passare sette o otto mesi senza lavorare.
I pifferari dovevano attenersi all’obbligo di chiedere un’autorizzazione in questura per poter suonare. Con Roma capitale nel 1870 un’ordinanza revocò le autorizzazioni, e la tradizione della novena scomparve, nonostante le proteste dei romani e dei giornali del tempo.
Altro rituale, ancora oggi in uso nelle campagne tra Velletri, Lariano ed Artena, è la “Pasquella”.
La notte tra il 5 ed il 6 gennaio gruppi di suonatori e cantori tradizionali si recano per le case per augurare la “buona Pasqua” in cambio di un’offerta. Il termine “Pasqua” è da intendersi come “passaggio”, come noto la fase terminale dell’anno solare coincide a livello astronomico con il solstizio d’inverno, momento in cui la terra raggiunge la massima distanza dal sole quindi il buon augurio che sulla terra torni a splendere il sole, la natura si apra a nuova vita e la terra doni un raccolto abbondante.
I “Pasquellari” come i Magi rappresentano il viaggio “cosmico”… “…dall’oriente noi ne venimo…”, il cammino del sole che sorge ad oriente e tramonta ad occidente, la metafora di un ciclo che sia esso legato alle stagioni del calendario agrario o alla rappresentazione cosmica di nascita-morte-rinascita.

Orari:
– Sabato 7 – 14 – 21 dicembre 17.00 – 20.00
– Domenica 8 – 15 – 22 dicembre 10.30 – 12.30 / 17.00 – 20.00
– Dal 26 al 30 dicembre 17.00 – 20.00
– Dal 1 al 4 gennaio 17.00 – 20.00
– Domenica 5 e Lunedi 6 gennaio 10.30 – 12.30 / 17.00 – 20.00

7 dicembre 2013 – 6 gennaio 2014 Mostra di presepi – collezione di presepi artistici realizzati dagli artigiani dell’Associazione Presepistica Pontina.
Orari:
– Sabato 7 – 14 – 21 dicembre 17.00 – 20.00
– Domenica 8 – 15 – 22 dicembre 10.30 – 12.30 / 17.00 – 20.00
– Dal 26 al 30 dicembre 17.00 – 20.00
– Dal 1 al 4 gennaio 17.00 – 20.00
– Domenica 5 e Lunedi 6 gennaio 10.30 – 12.30 / 17.00 – 20.00

21 dicembre – ore 17.30 Presentazione del volume “La questione Pelasgica in Italia” di Valentino Nizzo – Edito dalla Cooperativa Sociale Montefortino

La Cooperativa Sociale Montefortino in collaborazione con il Centro Studi sull’opera Poligonale ha realizzato una collana editoriale, curata dall’arch. Daniele Baldassarre, dal titolo “quaderni del Centro Studi sull’opera poligonale”.
Il volume “La questione Pelasgica in Italia” di Valentino Nizzo costituisce il terzo quaderno pubblicato, dopo il testo del francese Louis Charles François Petit-Radel e la storica dissertazione scritta per l’Accademica Ernica da Salvatore Brocchetti nel 1862 dal titolo “Delle mura ciclopee ed origine di Alatri”

Valentino Nizzo approfondisce la questione pelasgica in Italia tra il 1871 e il 1903 facendo un ampio excursus sui protagonisti che ne hanno animato e poi, purtroppo inesorabilmente, spento per lungo tempo il dibattito.
Il volume contiene una introduzione del prof. Fausto Zevi.


Data: il 07 dicembre 2013 al 06 gennaio 2014
Orario: 17:30 - 19:00
Città: Artena
Luogo: Centro Culturale Polifunzionale Vecchia Posta
Organizzatore:
Contatto:
Telefono:
Indirizzo: Piazza Unione 1
eMail:
Web:


Leave a Comment