19 Settembre 2020
Musica, Spettacoli e Danza

Concerto jazz ANTONELLO SALIS EGIDIO MARCHITELLI Duo

FORMIA fraz. Castellonorato, 15 Maggio 2016

Alhambra Birrjazz

presenta

domenica 15 maggio 2016 ore 20,30

SALIS MARCHITELLI DUO

Antonello Salis – pianoforte, fisarmonica

Egidio Marchitelli – chitarra, lap-top

Prima volta sul palco dell’Alhambra per il fantastico pianista sardo Antonello Salis e per il chitarrista pugliese Egidio Marchitelli.

Tra il 2014 e il 2015 il pianista sardo e il chitarrista pugliese si trovarono sullo stesso palco indiverse situazioni, e l’empatia artistica e umana nacque immediatamente, fino a portare i duemusicisti a considerare una collaborazione in duo, prima, e in quartetto (Bookmakers) poi.La peculiarità di questo duo è fondamentalmente basata sul diverso linguaggio con il quale i due esprimono la loro sensibilità artistica: Antonello Salis non ha bisogno di presentazioni, è un pianista con uno stile personalissimo che lo pone nell’olimpo dei grandi del jazz, mentre Egidio Marchitelli, dotato di tecnica ed eleganza non comune, è un chitarrista “ crossover “ che può tranquillamente viaggiare su territori rock-blues e jazz trasmettendo all’ascoltatore forti emozioni.Nelle loro performance l’improvvisazione mutuata da un formidabile interplay li porta ad esplorare territori sconosciuti, ma anche a rivisitare composizioni di Frank Zappa o di Jimi Hendrix, artisti amati da Antonello Salis come da Egidio Marchitelli.

ANTONELLO SALIS nasce il 28 / 2 / ‘50 a Villamar (CA).Inizia a suonare la fisarmonica a sette anni, in seguito si avvicina al pianoforte studiando da autodidatta.Negli anni ’70 milita in diversi gruppi rock suonando l’organo Hammond.Nel 1973 forma il trio “CADMO” con Riccardo Lay e Mario Paliano che inpochi anni diventa il manifesto italiano della musica improvvisata.Il trio, diventa in seguito il quintetto “G.R.A.” con l’aggiunta del sassofonistaSandro Satta e del trombonista Danilo Terenzi.Nello stesso periodo suona nel quintetto di Massimo Urbani e nel GrandeElenco Musicisti di Tommaso Vittorini.Nel 1975 esordisce come piano solo a Castel S.Angelo a Roma nella rassegna capitolina di jazz organizzata dal Music Inn.Dal 1978 è protagonista in piano solo e fisarmonica in Italia ed all’estero ospite dei maggiori jazz festivals.Il suo percorso musicale ormai trentennale è costellato da collaborazioni eccellenti per citarne alcune:Enrico Rava, Paolo Fresu, Furio Di Castri, Stefano Bollani, Roberto Gatto,Riccardo Fassi, Pino Minafra, Paolino Dalla Porta, Gianluca Petrella, FabrizioBosso, Paolo Angeli, Javier Girotto, Lester Bowie e l’Art Ensemble OfChicago, Francis Kuipers, Don Cherry, Don Pullen, Ed Blackwell, BillyCobham, Horacio “El Negro” Hernandez, Han Bennink, Nana Vasconcelos,Cecil Taylor, Pat Metheny, Joey Baron, Bobby Previte, Hamid Drake, BobbyWatson, Minino Garay, Richard Bona, Linley Marthe, Francis Lassus, JoelAllouche, Antonio Jasevoli e molti altri.Come solista ha inciso 4 dischi:“ORANGE JUICE, NICE FOOD”, “SALIS!”, “QUELLI CHERESTANO” e “PIANOSOLO”.Discografia selezionata : www.antonellosalis.com Una delle collaborazioni più longeve di Salis è quella con il chitarrista francese Gérard Pansanel con cui ha inciso vari Cd tra i quali uno dedicato a Fellini e Nino Rota e l’altro alla musica dei Beatles. La collaborazione con i fisarmonicisti francesi Richard Galliano e MarcelAzzola insieme a Gianni Coscia produce il “Quartetto Nuovo”, apoteosi dello strumento madre di Salis: la fisarmonica. Musicista eclettico Salis, nel corso della sua carriera, si è confrontato inprogetti di teatro (Remondi e Caporossi, Festival di Sant’Arcangelo, LuciaPoli, Remo Remotti, Leo De Bernardinis, Michele Di Mauro, AntonioRezza); rassegne e festival di cinema (Biennale di Venezia, Taormina Festivalper citarne due tra i più importanti); danza (Roberta Escamilla Garrison, TeriWeikel, Erika De Crescenzo, Alessandro Certini).Con Gérard Pansanel ha firmato le musiche del film di Eric Romher“Racconto d’autunno”.Con Paolo Fresu firma la rivisitazione di “Non ti scordar di me” – “CentoChiodi” di Ermanno Olmi.Paretecipa come ospite a numerosi film festival di Cinema Muto: Aosta,Torino, Roma, Venezia, Forlì per citarne alcuni.Ha inoltre collaborato: con Pino Daniele, Ornella Vanoni, Teresa de Sio,Vinicio Capossela, Quintorigo e numerosi altri artisti al di fuori dell’ambitostrettamente jazzistico.Partecipa a numerosi Festival di Jazz nazionali ed internazionali, tra i qualiUmbria Jazz, Roccella Jonica, Sant’Anna Arresi, Berchidda, Clusone, CagliariEuropean Jazz Expo, Ravenna, Parigi, Montreux, Nizza, Le Mans, Madrid,Mosca, Barcellona, Londra, Bath, Oslo, Stoccolma, New York, North Sea,Chicago, Montreal, Santiago del Cile, Tel Aviv, Marocco – Festival di Rabat,Tunisia – Festival di Cartagine, Turchia (Istanbul, Ankara), Vancouver, SanPaolo, Rio De Janeiro, Saint Louis del Senegal, Città del Messico, seguìto daun tour che ha toccato le maggiori città messicane.A Campeche, Patrimonio Culturale dell’Umanità, viene insignito della Targaal “Merito Artistico” come rappresentante del jazz italiano.Nel corso della sua lunga carriera ha ottenuto vari riconoscimenti a livelloeuropeo ed internazionale :Premio “Django d’or” 2005 per l’Italia come musicista affermato.Premio alla Carriera, Cagliari European Jazz Expo 2008Premio Città di Roma 2002Top Jazz 2008 tastiere piano e fisarmonicaTop Jazz 2009 miglior disco “STUNT” con il trombettista Fabrizio BossoUltimo lavoro discografico, presentato all’European Jazz Expo, Sard musicdistribuito EGEA “Giornale di Bordo” 2010, progetto corale:Antonello Salis, Paolo Angeli, Gavino Murgia, Hamid Drake.In Belgio e Francia tra i Top Five Cds.

EGIDIO MARCHITELLI nasce a Monopoli nel 1975, frequenta studi regolari per avvicinarsi alla professione di avvocato,pratica sport a livello agonistico come il canottaggio e la pallacanestro e poi, a 19 anni, lamusica gli cambia la vita.Decide di trasferirsi a Roma e lì segue i corsi di chitarra multi stilistica presso l’Universita’ della Musica e poi i corsi di specializzazione in chitarra Jazz presso la Percentomusica. Difondamentale importanza nella sua formazione e nella sua motivazione l’incontro con Massimo Moriconi, musicista di statura eccellente e umanità rara. Massimo diverrà suo riferimento prima e poi grande amico e sostenitore accanito.Da questa partenza un po’ funambolica la sua vita si assesta tra corsi, prima per imparare e poi per insegnare, e mille esperienze. In pochi anni vanta una quantità notevole di collaborazioni, inambito pop, jazz, folk, addirittura classico. Cinque anni di “militanza” nell’orchestra della RAI glidanno modo di sperimentarsi a tutto tondo e anche di fare incontri importanti.La sua versatilità, dovuta all’incolmabile bisogno di mettersi alla prova, diventa la sua primaricchezza. Come chitarrista, seppure Hendrixiano convinto, attinge non solo dal grande patrimonio del rock ma Jeff Beck, John Scofield, George Benson, Django Reinhardt, ScottHenderson si possono definire i suoi principali riferimenti. E’ comunque nell’arte dei grandi ingenerale che afferma trarre la propria forza, che siano Charlie Parker o Prince, Fabrizio DeAndrè o Frank Zappa, fino a Chaplin e Totò.Le sopracitate innumerevoli collaborazioni mantengono alcuni punti fermi come il MAMO trio diMassimo Moriconi, del quale è membro stabile, il gruppo Scaramanouche di Lucio Villani,L’stituzione Sinfonica Abruzzese, la “Fidus Band” di Massimo Fedeli e infine con AnnamariaBarbera in arte Sconsy. Da citare senz’altro anche la collaboraione stabile con la cantantepartenopea Teresa De Sio, della cui band stato chitarrista titolare dal 2009 al 2011.L’ultimo incontro fortunato, senza dimenticare quello con Fabrizio Bosso che è senza dubbiouno dei principali riferimenti musicali attuali, è stato quello con ilcompositore/cantante/chitarrista Filippo Tirincanti.Intensa è anche l’attività di studio, sia come arrangiatore che come strumentista. Partecipa allaralizzazione di moltissimi progetti discografici, oltre ad un live con Dionne Warwick, il disco”tutto Cambia” di Teresa De Sio, due opere d el M° Stefano Fonzi “Angeli vs Demoni” e”Falcone e Borsellino” e Otherwise di Filippo Tirincanti.

info e prenotazioni www.birrjazz.it tel. 0771737163

INFORMAZIONI:

Data: 15 Maggio 2016
Orario: 20:30 - 22:30
Città: FORMIA fraz. Castellonorato
Luogo: ALHAMBRA BIRRJAZZ
Organizzatore: Giuseppe Rosato
Contatto: ROSATO GIUSEPPE
Telefono: 3358255710
Indirizzo: Piazza San Rocco snc
eMail: [email protected]
Web: www.alhambra.it