13.3 C
Roma
20 Febbraio 2019
Image default
Sport, Tempo Libero e Divertimento

Dal Santuario di Castel Sant’Elia a Castel d’Ischia

Castel Sant’Elia, 01 dicembre 2013

Escursione dal Santuario di Castel Sant’Elia a Castel d’Ischia

** Santuario Pontificio di S. Maria ad Rupes
————————————————————
A Castel Sant’Elia, ci incontriamo al Santuario Pontificio di S. Maria ad Rupes. Il Santuario è situato in una grotta tufacea che domina la valle Suppentonia. La sua storia risale ai primi secoli del Cristianesimo quando con l’arrivo dei Figli di S. Benedetto (VI secolo), nasce nella suddetta Valle il culto della Madonna. Percorreremo una scala di 144 gradini lungo la parete di tufo per giungere poi alla grotta della Madonna attraverso il sentiero rupestre denominato Via dei Santi, dove arriveremo alla Basilica di Sant’Elia. Una tradizione millenaria vuole che la chiesa sorga nel luogo dove l’imperatore Nerone fece innalzare un tempio a Diana Cacciatrice.

** Ponte di Castello
————————————————————
Attraverseremo il Fosso del Ponte di Castello passando su di un ponte medievale a schiena d’asino, ponte probabilmente di epoca falisca riattato dai romani, che assicurava, già nel IV sec. a.c., il collegamento verso est con la falisca Narce e l’etrusca Veio. Risaliremo il costone per raggiungere il pianoro sovrastante da cui una sterrata ci condurrà al sentiero che ci porterà verso la Forra del Cerreto.

** Castel d’Ischia
————————————————————
Costeggeremo per circa 1 km il costone che conduce al sito fortificato di Castel d’Ischia posto su un pianoro ribassato ai bordi di Monte l’Ulivo. Il castello sorge sul sito di un pagus falisco, come fanno intuire gli imponenti resti di mura oltre la tagliata che funge da vallum. La parete verso la forra del Cerreto presenta un dislivello di cento metri rispetto all’alveo del torrente e offre il colpo d’occhio più spettacolare con l’habitat più selvaggio del territorio delle forre. A destra troveremo l’imponente scenario del Cerreto, proprio alla confluenza del Fosso di Capo Rio, nella cui forra è nascosto Castel Fillissano, e, all’orizzonte, Castel Porciano. Di fronte scorgeremo le pareti scolpite di Monte Merluzzo e a sinistra lo stretto sperone in cui termina il Monte dell’Agnese dove il Fosso del Cerreto confluisce nel Treja.

** Lava Vecchia
————————————————————
Scenderemo al Cerreto attraverso una piccola tagliata che confluisce nella più grande denominata Lava Vecchia e qui raggiungeremo il guado del torrente. Poi risaliremo verso Castel d’Ischia dove sosteremo per il pranzo, dopo il pasto ritorno a Castel Sant’Elia.

** Appuntamento ore 9,30
————————————————————
Parcheggio del Santuario S. M. ad Rupes di Castel Sant’Elia

* Difficoltà: E
* Distanza complessiva: 10 Km
* Durata escursione: 6 ore (compresa sosta pranzo)
* Abbigliamento consigliato: scarpe e bastoncini da trekking
* Accompagnatori: AEV Marisa Fantini – Acc. Giampietro Cacchioli – Acc. Vincenzo Dobboloni

* Prenotazione via e-mail: escursioni@turismocivitacastellana.it
* Prenotazione telefonica: 3282936233 entro le 20 del giorno prima

* costo escursione: contibuto euro 5 , costituisce acconto per iscrizione all’Ass. Argilla per l’anno 2014
* Pranzo: 5€ ( carne alla brace e vino rosso ) o in alternativa pranzo al sacco
* Prenotazione pranzo entro le ore 10 del giorno prima


Data: il 01 dicembre 2013
Orario: 09:30 - 16:00
Città: Castel Sant'Elia
Luogo: Santuario S. M. ad Rupes di Castel Sant'Elia
Organizzatore:
Contatto:
Telefono: 3282936232
Indirizzo:
eMail: escursioni@turismocivitacastellana.it
Web: www.turismocivitacastellana.it