2.8 C
Roma
12 dicembre 2018
Image default
Arte e Cultura

Fabio Massimo Caruso

Latina, 07 febbraio 2015 al 22 febbraio 2015

Nexus. Il progetto si propone di configurare le correnti migratorie di persone provenienti da diverse zone dell’Italia e il territorio intorno alla citta’ di Latina che le avrebbe poi accolte.

Il progetto artistico si pone l’obiettivo di dare una forma all’incontro tra persone provenienti da realtà tanto lontane e diverse e un luogo dove poter costruire un futuro. La metafora sarà configurata al momento dell’inaugurazione grazie alla partecipazione di alcune espressioni artistiche che eseguiranno delle performance e con il contributo della proiezione di alcuni video.

Nexus intende rappresentare l’entusiasmo, i sacrifici, la creatività, l’impegno e le aspirazioni delle genti che si sono spostate per raggiungere una destinazione che desse loro un germoglio di speranza, da cui poi far generare occasioni nuove di vita dando il via ad una trasformazione continua del territorio. Il flusso delle persone che si sono mosse dai luoghi di appartenenza ha trovato nel confronto con la terra che li avrebbe ospitati, soluzioni alternative, unendo culture, storie, abitudini e sogni che hanno permesso poi di mutare la prospettiva della propria vita. Il progetto si propone di configurare le correnti migratorie di persone provenienti da diverse zone dell’Italia e il territorio intorno alla città di Latina che le avrebbe poi accolte.

A simboleggiare la dinamica dell’evento al momento dell’inaugurazione contribuiranno: la performance, dello stesso Caruso, che su di una superficie appositamente preparata creerà attraverso i segni e la materia pittorica, forme che alludono a persone che si muovono, che si spostano che si incontrano Seguirà la performance, il Maestro Alberto Antinori compositore, arrangiatore e polistrumentista che con le corde della sua chitarra magicamente entrerà nel tessuto dell’evento, trasformando le note in segno e in accordo con le altre esecuzioni in atto.

Si unirà agli altri artisti il Soprano Laura Di Marzo, che con il prezioso strumento della sua voce dipingerà nella Galleria, note-colori danzanti, uno spartito emozionante e coinvolgente nello spazio, facendole fluire nell’atmosfera dell’evento, metafora di una storia che si sta vivendo. Sul grande schermo dello Spazio Comel saranno proiettati dei video in sintonia con il tema dell’evento dell’artista Mathieu Duvignaud – di Natal – Brasile.

Monica Ferrarini curatrice e critica d’arte nel corso dell’inaugurazione illustrerà i presenti parlando del nesso (nexus), del rapporto fertile che una volta esisteva tra gli artisti, considerato prima un valore prezioso e che invece si sta esaurendo. Era proprio la relazione accesa tra cuori infiammati dall’arte che nei dibattiti intrisi di caffè e alcool poteva far sgorgare correnti artistiche e avanguardie.

Il senso dell’idea Nexus si può sviluppare ovunque nel mondo perché le persone che si incontrano e trovano nel contatto una armonizzazione che li unisce e dalla quale può nascere una scintilla malgrado le diversità sociali, culturali e umane crea poi soluzioni, occasioni che trasformano e rinnovano l’esperienza umana. L’incontro quando ha fertilità di intenti è corrente elettrica, un generatore di opportunità, un germoglio che matura e diviene fioritura, vive di una dinamica intensa ed è diffusore di un grande ardore creativo.

L’evento artistico vuole riproporre in una apposita veste l’esperienza (giugno 2014) di Fabio Massimo Caruso a Natal in Brasile alla Pinacoteca Potiguar con il progetto artistico “U Percurso (Il Percorso)” in occasione di “Italia na Copa” – manifestazione ideata ed organizzata dall’Ambasciata italiana con sede a Brasilia, dove la mostra dell’autore ha simboleggiato pittoricamente l’antico e contemporaneo legame tra il popolo italiano e quello brasiliano.

Inaugurazione 7 febbraio

mar-dom 18-20, ven-dom 17-21
ingresso libero


Data: il 07 febbraio 2015 al 22 febbraio 2015
Orario: 00:00 - 00:00
Città: Latina
Luogo: Spazio Comel
Organizzatore:
Contatto:
Telefono: 0773 487546
Indirizzo: Via Neghelli, 68
eMail: info@spaziocomel.it
Web: www.spaziocomel.it