7.1 C
Roma
22 Gennaio 2019
Image default
Fiere e Mercatini

Fiera Nazionale di Grottaferrata

Grottaferrata, 16 marzo 2013 al 24 marzo 2013

Dal 16 al 24 Marzo prende il via, nello splendido scenario dei Castelli Romani, la Fiera Nazionale di Grottaferrata, lstorico appuntamento annuale organizzato, anche quest’anno, da Fiera di Roma con la regia del Comune di Grottaferrata e con il contributo e la presenza di partner istituzionali tra cui CNA Roma, che collaborerà con un gran numero di imprese artigiane e agroalimentari e una collettiva di piccoli editori e la Camera di Commercio di Roma che parteciperà con una collettiva di aziende romane.
Ormai giunta alla sua 413° edizione la fiera di Grottafferrata continua nel tempo a vedere la partecipazione di molte di aziende e visitatori pronti a godersi nove giorni tra artigianato, arte, cultura e prelibatezze enogastronomiche.
La kermesse rappresenta un momento unico di incontro e dialogo per gli espositori e d’irrinunciabile piacere per i numerosi visitatori. Tutto pensato per far rivivere l’antico spirito del “Symposium”, una situazione conviviale in cui mangiare, bere, fare arte e discutere.
A cavallo tra storia e modernità, la Fiera Nazionale di Grottaferrata si articola su 15000 mq e, con la presenza di oltre 200 espositori, sarà rappresentativa della produzione artigianale e industriale della Regione con una presenza significativa della enogastronomia intende tutelare la sua tradizione centenaria, mantenendosi però al passo con i tempi.
A fianco della tradizionale area dedicata alla vendita di prodotti di qualità, tipici di una fiera campionaria, ecco nascere “La Festa del Libro”, un padiglione riservato ad eventi culturali con un fitto programma. Nei 9 giorni della kermesse si terranno infatti più di 70 tra eventi, convegni , manifestazioni sul tema del libro e degli scrittori; all’interno del “Caffè Letterario”, spazio adibito a spettacoli di teatro e di musica, presentazioni, workshop, concerti, conferenze e laboratori, in grado di rispecchiare la vivacità culturale e la sensibilità del territorio, Maurizio Morbidelli, chef di Alma Ristoro, proporrà, dalla colazione all’aperitivo, cibi e bevande rigorosamente Bio frutto di ricerca e innovazione culinaria.
Il nome “Festa del Libro” nasce con l’intento di esaltare la vocazione di Grottaferrata, città del libro, riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali. La presenza dell’archivio monastico infatti, con i suoi incunaboli , i manoscritti , le collezioni librarie e l’adiacente biblioteca, monumento nazionale di proprietà del Ministero dei Beni Culturali, sono la cornice culturale del Comune di Grottaferrata.
La scuola del restauro del libro, la cui apertura è prevista a breve, frutto di una convenzione tra Comune e Università di Tor Vergata, segna il rilancio dell’antico centro per il restauro del libro dell’Abbazia di San Nilo dove sono stati portati all’attuale splendore il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci e i libri travolti dall’alluvione di Firenze del 1966.
Nell’area della festa del libro sarà presente Adeia, una grande libreria di Grottaferrata con la più recente produzione nazionale e un progetto sulla piccola editoria promosso dalla collettiva di piccoli editori di CNA.
ALCUNI IMPORTANTI CENNI STORICI
La Fiera di Grottaferrata affonda le sue origini nel Medioevo. Con la fondazione, da parte di San Nilo da Rossano, dell’Abbazia di Grottaferrata e della chiesa di Santa Maria, iniziarono a spostarsi grandi folle di fedeli in pellegrinaggio per visitare questi luoghi di culto soprattutto durante le feste religiose più importanti come quella dell’Annunciazione di Maria; il 25 marzo, si vide così la necessità di ristorare grandi folle di persone e furono così chiamati mercanti e venditori.
Con il passare degli anni e dei secoli la Fiera divenne anche un’occasione di divertimento, oltre che di scambio commerciale e iniziarono quindi a parteciparvi attori, saltimbanchi, e musici; ma la sua definitiva consacrazione avvenne nel 1966, con la decisione presa dall’ E.N.P.I (Ente Nazionale Prevenzione Infortuni) di sceglierla come luogo per la promozione di macchine agricole, adatte a zone collinari e scoscese, dotate di requisiti di particolare sicurezza e manovrabilità. Dal 1985 apparvero le prime tensostrutture e la Fiera dunque si “trasferì” dalla sua originale collocazione all’ombra dell’Abbazia all’adiacente spazio del piazzale San Nilo. Nel 1996, trovò la sua attuale collocazione nell’ampio spazio di viale San Nilo, iniziando dunque un capitolo nuovo della sua storia centenaria. Dal 2011 poi ha cominciato ad ospitare un evento del culturale e legato indissolubilmente al rapporto che Grottaferrata ha con il libro e con la stampa in generale.
ORARIO: Fiera campionaria, tutti i giorni dalle 10 – 21; Festa del Libro tutti i giorni dalle 10 – 22.
INGRESSO: € 3 venerdì, sabato, domenica ; gratuito durante la settimana
A FESTA DEL LIBRO PROTAGONISTA DELLA 413° EDIZIONE DELLA FIERA NAZIONALE DI GROTTAFERRATA 
La 413a Edizione della Fiera Nazionale di Grottaferrata ospita, per la terza volta, la Festa del Libro che quest’anno ha avuto anche il riconoscimento formale della Regione Lazio.

Il nome “Festa del Libro” nasce con l’intento di esaltare la vocazione di Grottaferrata, Città del Libro, riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali. La presenza dell’archivio monastico infatti, con i suoi incunaboli, i manoscritti , le collezioni librarie e l’adiacente biblioteca, monumento nazionale di proprietà del Ministero dei Beni Culturali, sono la cornice culturale del Comune di Grottaferrata.
La scuola del restauro del libro, la cui apertura è prevista a breve, frutto di un accordo tra il Comune di Grottaferrata e l’ Università di Tor Vergata, segna il rilancio dell’antico centro per il restauro del libro dell’Abbazia di San Nilo dove sono stati portati all’attuale splendore il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci e i libri travolti dall’alluvione di Firenze del 1966.
La Libreria Adeia di Grottaferrata con la più recente produzione nazionale e la CNA con una collettiva di piccoli editori tutti gli editori, ricevono i visitatori offrendo loro tentazioni culturali non abituali. Il Centro Socio Culturale di Grottaferrata poi, ha programmato ed organizzato una serie di eventi che si dipaneranno nei nove giorni all’interno delle due sale appositamente attrezzate.
La Festa del Libro, cuore pulsante della Fiera, sancisce Grottaferrata quale polo di attrazione culturale che offre il libro quale strumento vivo di partecipazione comunitaria.
Ecco alcuni tra gli appuntamenti sul tema in programma:
SABATO 16 MARZO
Sala “Giovanni Battista Bodoni”
Ore 15.00 I nuovi scenari del libro: tra tradizione ed innovazione
Oggi le applicazioni delle nuove tecnologie, soprattutto quella degli e-book e degli audio libri, portano a ragionare sul tema dell’evoluzione della “forma Libro” e sugli impatti che ciò può determinare nell’editoria e nelle forme del consumo culturale. Gli editori utilizzano i social network, come Facebook, Twitter. Alcune pubblicazioni di tipo più commerciale sono dei “book-trailer”, una forma di promozione dei libri che sembra riscuotere un discreto successo su YouTube e sui social network. Le nuove tecnologie e Internet sono uno strumento straordinario, ma la carta non morirà mai. Dalla metà del XV secolo, cioè da oltre 550 anni, sfogliare un libro stampato è un piacere straordinario, unico. Quando un libro esce, gli appassionati lo accarezzano, lo sfogliano, lo annusano, sapendo che ciò che è scritto o raffigurato in quelle pagine ci sopravviverà e sfiderà i secoli.
Partecipano: l’Associazione Italiana Editori; Il Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni Culturali; Editori, autori e Gabriele Mori Sindaco del Comune di Grottaferrata.
LUNEDI’ 18 MARZO
Sala “Bruno Martellotta”
Ore 11,00 Il Piacere della lettura
La promozione della lettura in modo corretto si fa dalla prima infanzia, attraverso le scuole e le biblioteche: quelle scolastiche, quelle comunali, le piccole biblioteche statali. Da diversi anni, qualunque statistica prodotta dall’Associazione Italiana Editori, alla voce “Biblioteche scolastiche”, è costretta a registrare molto poco. Molti editori stanno consolidando la loro posizione nel campo dei libri per bambini e per ragazzi, un settore che, fortunatamente, attira sempre più giovani lettori, tanto da aver indotto alcune case editrici ad affacciarvisi per la prima volta. Da qui bisogna partire, cambiando anche l’approccio alla lettura sia in famiglia sia a scuola, rifacendosi, ad esempio, alle raccomandazioni di Roland Barthes nel suo “Il Piacere del Testo”. Partecipano: Rappresentanti del sistema bibliotecario; Insegnanti; Ottimomassimo: la libreria itinerante per bambini e ragazzi che porta i libri dove non ci sono; Progetto Teatro Lettura di Arci Ragazzi di Roma; autori, esperti; editori.

MARTEDI’ 19 MARZO
Sala “Bruno Martellotta”
Ore 18,00 Conferenza L’arte è accessibile a tutti
Le esposizioni plurisensoriali realizzate dai Musei Vaticani e dedicate alle persone non vedenti. Mediante il tatto, il gusto, la valorizzazione della musica e dell’olfatto, e avvalendosi di modelli tattili e da guide appositamente formate, il non vedente giunge ad apprezzare le opere artistiche, plastiche e pittoriche

VENERDI’ 22 MARZO
Sala “Bruno Martellotta”
Ore 10,00 Appuntamenti con la scuola Conferenza e Letture a cura del Liceo Scientifico Statale “Bruno Touschek” di Grottaferrata
Peragrabo Omnem Agrum Tusculanum
Percorso storico-letterario nel mito e nella storia antica di Tusculum, finalizzato a collegare ancora di più la scuola al suo territorio, per conoscerlo, riscoprirlo e valorizzarlo. Presentano: Dario D’Ecclesiis e i suoi studenti.


Data: il 16 marzo 2013 al 24 marzo 2013
Orario: 10:00 - 22:00
Città: Grottaferrata
Luogo: Piazzale San Nilo
Organizzatore:
Contatto:
Telefono: 06 65074521
Indirizzo: Piazzale San Nilo
eMail: grottaferrata@fieraroma.it
Web: www.fieradigrottaferrata.it