30.9 C
Roma
19 Agosto 2019
Image default
Arte e Cultura

Gabriele D’annunzio

Roma, 20 febbraio 2013 al 30 marzo 2013

Tina Vannini e Francesca Barbi Marinetti
D.d’Arte

invitano alla mostra
GABRIELE D’ANNUNZIO
tra amori e battaglie

«Voglio rose bianche ovunque. Fazzoletti di seta sotto i cuscini. E accendi il profumiere, usa il gelsomino di Corsica…». L’attitudine al lusso, all’eccesso e al divismo di Gabriele d’Annunzio, pubblico ed intimo, nel gusto e nel gesto, in letteratura come nella vita, fu indubbiamente una forza d’attrazione. Spericolato e appassionato, animato da un vitalismo estremo, poeta, drammaturgo, romanziere d’intensità e raffinatezza ineguagliabile, uomo d’azione di sommo coraggio e ardore, comunicatore massmediologo ante litteram, amante assoluto e infedele, crudele e perverso, amatissimo da una schiera di signore d’eccezionali doti e generosità, tra cui rosa bianca tra le rose, la grande Eleonora Duse.

Del Vate quest’anno si festeggia il 150° anniversario dalla nascita.

Con l’occasione del lavoro teatrale “Gabriele d’Annunzio, tra amori e battaglie” di Edoardo Sylos Labini, per la regia di Francesco Sala e la consulenza di Giordano Bruno Guerri – che sarà al Teatro Nazionale di Roma dal 21 al 24 Febbraio con l’ormai riconoscibile formula del suo Disco Teatro – Il Margutta RistorArte inaugura il 19 Febbraio alle ore 18.30 una mostra omaggio al grande poeta italiano. La scelta è quella di offrire una ricognizione d’impatto visivo sulla vita di Gabriele d’Annunzio attraverso l’allestimento delle tavole rivisitate in versione pop del fumetto che l’artista abruzzese Marco Sciame ha dedicato al poeta, recentemente uscito in stampa e distribuito in edicola. In mostra anche le fotografie di scena di Pino Le Pera e l’opera di Alberto Zamboni“Gabriele d’Annunzio” ispirata anch’essa all’interpretazione di Sylos Labini.

L’esposizione sarà visibile fino a tutto il mese di marzo.

Marco Sciame, nato a L’Aquila e residente a Pescara, è il nome d’arte di Paolo Cerasoli e la firma dei suoi lavori dal 1998 quando decide di assumere l’identità di una suo personaggio fumettistico. Dal 1990 svolge l’attività di autore e disegnatore di fumetti e dal 2006 ha ampliato la sua ricerca alla pittura.

Pino Le Pera è uno dei maggiori fotografi del teatro contemporaneo. Figlio d’arte, inizia giovanissimo la sua carriera di fotografo di scena seguendo le orme del padre, il grande fotografo di scena Tommaso Le Pera.

Alberto Zamboni nasce a Bologna nel 1971 dove tuttora vive e lavora. La sua arte ha uno stretto legame con la letteratura. L’attività pittorica si avvia sulla suggestione di letture di viaggi nell’antichità e il suo lavoro è oggi improntato sulla ricerca di atmosfere che spesso trovano spunti dai i testi di Simenon e Melville. Attento al mondo dell’illustrazione, i suoi dipinti olio su tela rappresentano paesaggi immaginari in cui si evoca, attraverso un’atmosfera luminosa, una narrazione di tipo fiabesca legata alla necessità di mettere a fuoco il concetto dell’incanto.


INFORMAZIONI:

Data: il 20 febbraio 2013 al 30 marzo 2013
Orario: 00:00 - 00:00
Città: Roma
Luogo: Il Margutta RistorArte
Organizzatore:
Contatto:
Telefono: 06.32650577
Indirizzo: Via Margutta 118
eMail: info@ilmargutta.it
Web: www.ilmargutta.it