23 Settembre 2020

Giornata del Legionario

Vacone, 26 Giugno 2016

La Giornata del Legionario in onore della Dea Vacuna sarà nell’atmosfera fiabesca del Pago, il bosco sacro alla dea sabina Vacuna, domenica 26 giugno a Vacone (RI), dalle ore 12 fino al tramonto, con le rievocazioni storiche di figuranti in costume faranno rivivere storie e leggende degli antichi legionari romani e gladiatori.

La Giornata del Legionario in onore della Dea Vacuna, il 26 giugno nel bosco sacro Pago a Vacone, sarà un tuffo nel passato più remoto, nella storia dei luoghi cantati da Orazio, Ovidio e Virgilio. Un evento ripreso dalla dalla webtvstudios.

Con meno di 500 abitanti, la minuscola Vacone sui Monti Sabini deriva il suo nome proprio dal culto della dea Vacuna nel fanum vacunae, il tempio dedicato alla dea nel Pago. Il culto di Vacuna era molto sentito nell’antica Sabina e, lo stesso Numa Pompilio, re sabino di Roma, insegnò al popolo romano a venerarla.

Secondo la tradizione, la dea Vacuna era venerata come divinità del riposo dopo i lavori della campagna. La radice del suo nome è stata ed è ancor oggi utilizzata e riconoscibile in tutto ciò che induce al riposo e alla contemplazione (vacare, vacanze, vagabondare). Secondo altri studiosi, Vacuna è la divinità della fertilità, legata alle fonti e alla caccia.

La vicina Fonte Bandusia (Fons Bandusiae), il Pago (Pagus) e la nitida vista del monte Soratte sono riconosciuti come il fundus donato da Mecenate al poeta Quinto Orazio Flacco nel 33 a.C..

Le prime notizie del Castello di Vacone risalgano al 1027 quando Susanna, con il consenso del marito Attone, donò al monastero tutto ciò che aveva ereditato dal padre Landolfo e dalla madre Tassia.

INFORMAZIONI:

Data: 26 Giugno 2016
Orario: 12:00 - 21:00
Città: Vacone
Luogo:
Organizzatore:
Contatto:
Telefono: 0746676833
Indirizzo:
eMail:
Web: www.prolocodivacone.it