6.7 C
Roma
20 Marzo 2019
Image default
Arte e Cultura

Il colle del Celio nel ricordo di culti di fonti e boschi

Roma, 06 aprile 2013

Tramonti romani: “Il colle del Celio nel ricordo di culti di fonti e boschi”

Passeggiata archeologica sul verde colle del Celio, attraversato dai quattro acquedotti dell’acqua Appia, Marcia, Neroniana e Antoniniana, avrà l’abilità di trasportarci indietro nel tempo, avvolti dai profumi di arbusti antichissimi e protetti dall’ombra degli alberi di querce, da cui l’antico nome “Querquetulanus mons”. Qui erano presenti santuari dedicati a Diana, dea della Caccia, e a Egeria che aveva la sua fonte presso il bosco delle Camene. La nostra escursione storico-naturalistica ci porterà alla scoperta di chiese medievali quali S Maria in Domnica, SS Giovanni e Paolo e la particolarissima S Stefano Rotondo, unicum nel panorama romano grazie alla sua pianta circolare. Attraverso l’arco di Dolobella, passeggiando lungo il Clivo di Scauro giungeremo ai resti del Tempio di Claudio, a lui dedicato dalla moglie Agrippina. La nostra visita si concluderà nei magnifici giardini di Villa Celimontana da sempre cari ai romani.

Docente: Elisa Ubaldi
Orario d’inizio: h 16.00 (Accoglienza e registrazioni da 30’ prima).
Appuntamento: Via della Navicella 10, presso entrata S Maria in Domnica
Contributo associativo: €8 adulti; €4 (13-17); €2 (6-12); gratis (0-5)
Prenotazioni: 3383435907, romaelazioxte@gmail.com


Data: il 06 aprile 2013
Orario: 16:00 - 17:30
Città: Roma
Luogo: presso entrata S Maria in Domnica
Organizzatore: Roma e Lazio per Te
Contatto:
Telefono: 3383435907
Indirizzo: Via della Navicella 10
eMail: romaelazioxte@gmail.com
Web: www.romaelazioperte.blogspot.com