15.8 C
Roma
22 Marzo 2019
Image default
Varie

La nascita del Clown

Trevignano Romano, 27 aprile 2013

Seminario introduttivo al mondo del clown 

“… La ricerca del proprio clown si risolve innanzitutto nella ricerca del proprio lato ridicolo…

meno si difende, meno cerca di recitare un personaggio, più si lascia sorprendere dalle proprie debolezze, più il suo clown appare con evidenza…”(J.Lecoq) 

Il Seminario intende fornire un primo approccio al mondo del clown, inteso questo come strumento di ricerca ed espressione del proprio mondo interiore, delle emozioni, della creatività.

Il clown attraverso la sua poetica scopre casualmente la realtà, la imita e la ripropone con tutte le possibili sfumature che detiene, trasforma il mondo in una nuova realtà dove tutto è stupore e meraviglia.

Ogni cosa è per il clown elemento di scoperta, vita, si lascia guidare dalle situazioni che si generano attimo dopo attimo e le abita completamente. Il clown è la parte ingenua e più pura di ognuno di noi, non nasce, viene scoperto è già parte di noi stessi e rappresenta ciò che in noi è la sconfitta.Esamineremo quindi il lato ridicolo dell’uomo accentuandone i propri difetti.

Il clown è profondamente tragico, ma si rende libero per mezzo della risata.Ogni cosa è per il clown elemento di scoperta, stupore, vita.

 

Il programma del laboratorio intende investigare alcune importanti tematiche del mondo clownesco:

  • La nascita del proprio clown: Esplorazione del proprio clown, la scoperta del mondo con il naso rosso
  • Il clown, il rapporto con l’autorità ed il pretesto: Caos ed ordine, istinto e ragione, in contrasto come in relazione. Sarà scoperto ed investigato il loro rapporto che abita lo spazio del presente e dell’azione. La relazione gerarchica come elemento necessario ad ogni situazione comica per approdare alle tematiche caratteristiche del clown: il gioco e il fiasco.
  • Il clown  ed il rapporto con gli oggetti: Rapporto con strumenti ed oggetti per rapportarsi con il mondo. L’oggetto ha vita e regole proprie, e il clown si trova sconfitto di fronte all’uso comune che se ne fa. Ma si sorprende e ne svela le trasformazioni e le meraviglie, creando una dialettica con esso. 
  • La coppia clown: Monsieur Loyale e l’Augusto: Sperimenteremo la coppia clown, essere “l’uno la spalla dell’altro” .
  • La ricerca del costume: I partecipanti sceglieranno il proprio costume da clown, scoprendo così come esso può rappresentare l’esternazione del proprio stato interiore come ogni stoffa, colore, abito influisca sul proprio clown.

 

Linda Cifaldi si laurea in scienze dell’Educazione nel 2000, prosegue gli studi conseguendo il master “Il clown nelle strutture socio sanitarie”, al contempo si forma teatralmente frequentando diverse accademie tra cui il “Circo a vapore”e la “Bont’s international Clown School”, investiga il percorso sul mimo con M. Monetta, sul clown con Emmanuel La Vallè e Gonzalo Alarcon, sulla presenza scenica con Jan Ferslev dell’Odin Teatret, prosegue gli studi con stage di commedia dell’arte, teatro danza e gestuale e di teatro classico italiano. Attualmente lavora come Educatore professionale utilizzando il teatro come strumento riabilitativo e come operatore teatrale per bambini, ragazzi, adulti e nelle scuole.

 

Data: il 27 aprile 2013
Orario: 16:00 - 20:00
Città: Trevignano Romano
Luogo: centro dyb
Organizzatore: Tempo Creativo
Contatto: Linda
Telefono: 3294155464
Indirizzo: via ungheria 25
eMail: info@tempocreativo.it
Web: www.tempocreativo.it