Varie

La tradizione della mosciarella

Capranica Prenestina, 20 Novembre 2016 - 20 Novembre 2016

 A Capranica Prenestina tutto sulla castagna: Sagra della mosciarella, rievocazione della antica tecnica di lavorazione delle castagne, punti di informazione sulla lotta biologica al parassita del castagno.

Hymenoptera Cynipidae contro Torymus sinensis. Dall’esito della lotta tra questi insetti – il primo un parassita cinese, il secondo il suo antagonista naturale – dipende il futuro della produzione di castagne in Italia, che sta purtroppo vivendo un vero crollo. Oggi, infatti, la produzione è ferma a  circa 20 milioni di chili di castagne l’anno: solo 100 anni fa erano più di 800 milioni. La situazione si è particolarmente aggravata negli ultimi 10 anni che hanno registrato una contrazione della produzione di circa l’80% a causa dell’attacco subito da parte del Cinipide.

Di come viene portata avanti la lotta biologica al cinipide del castagno – e di come si possa sconfiggerlo utilizzando il suo nemico naturale il Torymus –  si parlerà il prossimo 20 novembre a Capranica Prenestina durante un’iniziativa organizzata dal Sistema museale RESINA nell’ambito della  36°  Sagra della Mosciarella.

“Anche quest’anno – ci spiega Rosaria Olevano, Direttrice del Museo Naturalistico dei Monti Prenestini di Capranica Prenestina – abbiamo portato a termine il programma di lotta biologica al Cinipide del castagno la diffusione dell’insetto antagonista il Torymus sinensis e la successiva raccolta delle galle. Purtroppo però la sola lotta biologica non è sufficiente per far tornare il castagno alla produzione di un tempo; la stagione poco favorevole e la mancanza di potature e arricchimento del terreno mediante concimazione hanno causato un ulteriore abbassamento della fruttificazione. Inoltre, proprio in questo periodo sono state avviate azioni di recupero dei castagneti mediante il censimento, concimazione e analisi dello stato di salute, in collaborazione con le scuole dell’area prenestina.
Durante l’evento sarà inaugurata la mostra La Bellezza Maledetta, realizzata dal Museo, che raccoglie i preziosi reperti confiscati dal Corpo Forestale dello Stato – Servizio CITES – per bloccare il traffico illegale di animali e piante protette dalla convenzione internazionale CITES (Convention on International Trade of Endangered Species). Sarà possibile assistere alla rievocazione in costume dell’antico sistema di lavorazione della Mosciarella – la castagna secca – che viene condotta nelle tradizionali casette dove si effettuava la cottura delle castagne. Aperte anche le cantine, con un percorso enogastronomico dedicato alla mosciarella e ai prodotti locali, musica e stands.

Gli eventi del Sistema museale sono realizzati nell’ambito dei progetti “Il Lazio: 12 mesi di natura all’anno” (Comune di Giuliano di Roma – Museo del Vulcanismo MUVE) e “Giovani al Museo” (Comune di Capranica Prenestina – Museo Naturalistico dei Monti Prenestini) finanziati dalla Regione Lazio.

INFORMAZIONI:

La tradizione della mosciarella
Data: 20 Novembre 2016 - 20 Novembre 2016
Orario: 11:30 - 15:30
Città: Capranica Prenestina
Luogo:
Organizzatore:
Contatto:
Telefono:
Indirizzo:
eMail:
Web: