8.2 C
Roma
17 dicembre 2018
Image default
Varie

La vita è in gioco

Formia, 19 novembre 2013 al 20 novembre 2013

L’Associazione Culturale Il Berretto a Sonagli / Compagnia Teatrale Imprevisti e Probabilità opera da più di un decennio nell’ambito della produzione e diffusione di eventi culturali ed artistici. Sotto la direzione artistica di Raffaele Furno, docente di Teorie della Performance e Storia del Teatro presso la Arcadia University – Rome Campus, l’Associazione ha sviluppato negli anni progetti quali:
– spettacoli teatrali di grande successo come “Neapopuli” (2006), “Metamorfosi” (2009), “La gamba di Sarah Bernhardt” (2012), “Il bambino che verrà” (2013) che hanno ottenuto riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale per la drammaturgia e la regia;
– il Festival Teatrale Deviazioni Recitative, che nelle passate cinque stagioni ha ospitato spettacoli di altissimo livello, danza butoh giapponese, concerti di musica swing e jazz, mostre fotografiche e di pittura;
– il Laboratorio Teatrale Il Respiro dei Sogni che è diventato una realtà di incontro, socializzazione e creatività per aspiranti attori di ogni età, dai 10 ai 70 anni;
eventi speciali quali Sapori d’arte – connubio tra natura e teatro nello splendido scenario del Parco di Monte Orlando – e Letture a Voce Alta – ciclo di incontri letterari in collaborazione con la Libreria di Margherita.

Forte dell’esperienza accumulata, l’Associazione ha inaugurato una collaborazione sui temi dei diritti umani con il Gruppo 277 Formia di Amnesty International. Sotto il patrocinio di una delle più note, attive, e vincenti organizzazioni internazionali non-governative che si occupa di temi sensibilissimi quali la pace ed il rispetto della dignità umana per ogni individuo, l’Associazione ha sviluppato il progetto “La vita è in gioco” ideato per gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Lo spettacolo teatrale “La vita è in gioco” mette in scena delle favole moderne, scritte da attivisti di Amnesty International, ed originariamente registrate in formato audio-libro. Nell’adattamento teatrale curato da Raffaele Furno, i testi sono pensati per educare e sensibilizzare i bambini sui temi dei diritti umani, del rispetto interculturale, del rifiuto della violenza, e del valore della solidarietà.

Il gioco del teatro, al cui interno si innesta il fascino esercitato dalle magiche atmosfere tipiche di una favola, diventa così un veicolo di comunicazione potentissimo, in quanto godibile ed utile allo stesso tempo. Tuttavia, trattandosi di favole moderne, i bambini vengono proiettati in scenari a loro familiari, quasi quotidiani, in cui irrompe l’inaspettato, il magico, il sovrannaturale. Non ci sono principesse e castelli in queste storie a lieto fine, ma videogames e partite di calcio fatate, le streghe cattive sono sostituite dallo sfruttamento del lavoro minorile o dalla mancanza di rispetto per le altre culture. La morale, perché ogni favola che si rispetti ne deve avere una, indica sempre delle  modalità concrete con cui i bambino possono agire per cambiare il mondo, nel loro piccolo, e fare la differenza.

Per informazioni o prenotazioni dei gruppi scolastici: 339-81 79 254 oppure 349-54 57 563 imprevistiepro@gmail.com oppure visernia@amnesty.it

Quando: giovedì 19 e venerdì 20 dicembre 2013, ore 10.30
Chi: Scuole primarie (classi terze, quarte e quinte) e scuole secondarie di primo grado.
Costo: 5 euro a bambino


Data: il 19 novembre 2013 al 20 novembre 2013
Orario: 10:30 - 12:00
Città: Formia
Luogo: Teatro Remigio Paone
Organizzatore:
Contatto:
Telefono: 339-81 79 254 - 349-54 57 563
Indirizzo: Via Sarinola
eMail: imprevistiepro@gmail.com
Web: