10.6 C
Roma
10 dicembre 2018
Image default
Musica, Spettacoli e Danza Varie

Lu trainanà – 12° rassegna di concerti Contaminazioni

, 22 novembre 2014 al 29 novembre 2014

Lu trainanà live a Roma per Contaminazioni

Sabato 22 novembre 2014 a Roma concerto con: “Lu trainanà”, musica tradizionale marchiginana organizzata dalla Scuola Popolare di Musica di Testaccio, per la rassegna Contaminazioni ideata e con la direzione artistica di Franca Renzini.

“Lu Trainanà” è un progetto che punta alla riscoperta ed alla rivalutazione della tradizione musicale marchigiana, propria dell’ “epoca contadina”. Il nostro repertorio è di conseguenza , fortemente legato alla terra : le feste paesane, i tanti canti di questua (cantamaggio, pasquella , passione …), storielle maliziose e d’amore ; ma soprattutto gli immancabili stornelli a tempo di saltarello.

Fino al 29 novembre 2014 nella Sala Concerti in Piazza O. Giustiniani, 4/a (ex Mattatoio) a Roma alle ore 21,15, La Scuola Popolare di Musica di Testaccio presenta la 12° rassegna di concerti Contaminazioni. L’edizione del 2014 sposta la sua attenzione anche alle musiche del centro Italia coinvolgendo sia l’Umbria che le Marche. Prossimo incontro con i marchigiani Lu Trainanà e i loro workshop sul tamburello, organetto, voce e balli. Altri graditi ospiti di questa edizione sono stati i Parafonè e i Sonidumbra. Ultimo incontro sarà con l’OrchestraBottoni e i suoi organetti, capitanati da Alessandro D’Alessandro, in un viaggio tra la tradizione mediterranea ed etnojazz.

Contaminazioni è un esperimento interessante per un terreno fertile su cui la scuola ama confrontarsi: progettare il futuro senza dimenticare le radici, la storia, il patrimonio tramandato dalle voci e dagli strumenti delle vite passate.

Il programma:

SABATO 22 novembre: Lu trainanà, musica tradizionale marchiginana. “Lu Trainanà” è un progetto che punta alla riscoperta ed alla rivalutazione della tradizione musicale marchigiana, propria dell’ “epoca contadina”. Il nostro repertorio è di conseguenza , fortemente legato alla terra : le feste paesane, i tanti canti di questua (cantamaggio, pasquella , passione …), storielle maliziose e d’amore ; ma soprattutto gli immancabili stornelli a tempo di saltarello. Il nostro metodo di ricerca è stato quello tradizionale della curiosità, ascoltando i nostri nonni e frequentando, per il solo gusto di farlo, alcune vecchie feste, dove la memoria della società contadina ancora risuona, oltre che nella musica, nei proverbi, nelle battute e in una concezione della vita dove tutti hanno un ruolo ed una caratteristica sociale definita ed accettata.

Marco Meo: tamburello marchigiano, ‘gnacchere, triangolo e voce.
Danilo Campetelli: organetto, percussioni popolari, voce.
Walter Bianchini: organetti e percussioni.
Giovanni Cofani: fisarmonica, violone, percussioni e voce.
Workshop: Ore 15,00-17,00

Canti tradizionali delle Marche dal repertorio di questua ai cantastorie
Il tamburo e le sue tecniche: terminato, terminato con trillo, urlo, battuta…
L’organetto e le sonorità marchigiane dall’alta alla bassa Marca
Ore 17,00-19,00

Danze tradizionali e vari tipi di saltarello

SABATO 29 novembre

OrchestraBottoni. Un’orchestra e una voce, un viaggio tra la tradizione mediterranea e l’etnojazz. L’ensamble filtra, attraverso l’originale suono che da anni la identifica, tutte le idee che riceve. Allo stesso tempo,tramite il suo lavoro di ricerca, si fa protagonista di una contaminazione continua.

Le armonie e le melodie polifoniche della numerosa sezione di organetti, sorretta da un inedito organetto basso (bassoon), il collante ritmico tenuto dalle batteria percussiva, insieme al timbro “teatrale” della voce di Antonella Costanzo e ai fraseggi del solista Alessandro D’Alessandro, sono l’espressione di questa particolare sperimentazione.

Le atmosfere sono varie, come la provenienza dei brani, con uno stile che spazia dal classico al contemporaneo, con sfumature di funky, reggae, afrobeat, etc.

L’OrchestraBottoni è una formazione che cerca di coniugare tradizione ed evoluzione.

Antonella Costanzo: voce, percussioni
Alessandro D’Alessandro: organetto solista, coordinamento artistico ed esecutivo
Gianfranco Oinarda, Silvia Di Bello, Matteo Mattoni, Elisa Di Bello, Giuseppe Di Bello, Francesca Villani: organetti
Giacomo Nardone: organetto basso (bassoon)
Raffaele Di Fenza: batteria percussiva

Contaminazioni: ideazione e direzione artistica Franca Renzini

INGRESSO € 8,00 e ridotto € 5,00

Ufficio Stampa: Franca Renzini 339.7486107


Data: il 22 novembre 2014 al 29 novembre 2014
Orario: 15:00 - 21:30
Città:
Luogo: Sala Concerti
Organizzatore: Scuola Popolare di Musica di Testaccio
Contatto: scuola musica testaccio
Telefono: 06.5759308 06.57598466
Indirizzo: Piazza O. Giustiniani, 4/a
eMail: info@scuolamusicatestaccio.it
Web: www.scuolamusicatestaccio.it