6.9 C
Roma
17 Gennaio 2019
Image default
Arte e Cultura

Metamorfosi

Latina, 02 febbraio 2013 al 16 febbraio 2013

Il collettivo ECO. prende vita dall’unione delle idee e delle forze di Sofia Bucci, Giulia Granata e Aminta Pierri. Punto del loro incontro è la Scuola Romana di Fotografia, dove frequentano attualmente il corso di 3° Master.

Nascono da una costola del collettivo “EVA -Evanescent Vision Art” e intraprendono questo nuovo percorso totalmente al femminile, uniscono tra realtà e onirico la natura e il corpo, in una sola e nuova metamorfosi.

AMINTA PIERRI originaria di Taranto, ha esposto in mostre personali e collettive tra le quali:

“La Pelanda -MACRO Testaccio- FotoGrafia Festival Internazionale di Roma 2012”, “Casa Calogero Cangialosi” (Taranto), “Defrag” (Roma).

Ha all’attivo due libri autoprodotti: “L’unghia del Leone” e “Terramare”, entrambi del 2012.

Legata alla realtà circostante, Aminta cerca di viverla come un tramite per poterla raccontare ed evadere al tempo stesso. Si lega così in maniera viscerale al mondo dell’immaginazione e dell’onirismo che ritrova nella natura, fulcro della sua fotografia e vita stessa.

GIULIA GRANATA (ME), ha partecipato alle esposizioni presso: “Defrag” (Roma), “Circolo degli artisti” (Roma), “Università ‘La Sapienza’ (Roma), “La Cantinaccia” (Giulianello).

Alla continua ricerca di se stessa, cerca di sondare la realtà che ci circonda con uno sguardo fortemente intimistico e astratto.

I suoi soggetti diventano così i fantasmi protagonisti della sua fotografia e al tempo stesso, della sua vita. Una vita che guarda ai frammenti e ai particolari, tralasciati da uno sguardo disattento.

SOFIA BUCCI (LT) Ha vinto il Primo Premio d’Arte Internazionale “ARTPRIZE 2011”, presso la Domus Talenti, Roma. Nel 2012 ha vinto l’ ”ImpossibleTalent Prize”, presso “ISO600-Festival della Fotografia Instantanea”, Milano.

Alcune mostre personali e collettive: “Galleria Civico69”-Firenze, “Spazio Xante Battaglia”-Venezia, “Fabbrica del Vapore”-Milano, “Spazio Ottagoni”-Roma.

Le sue foto sono terresti e terrene come lei, la sua adesione al suolo è una zavorra e non solo una forma di legame appassionato alla realtà. Attraverso le immagini racconta di sé.

La mostra resterà aperta dal 2 al 16 febbraio dalle ore 18.30 alle 22.30, tutti i giorni tranne il lunedì.

Sabato 2 febbraio ore 18.30 vernissage, con la partecipazione dei poeti di Cardiopoetica che leggeranno alcune loro composizioni.

Ingresso libero

 


Data: il 02 febbraio 2013 al 16 febbraio 2013
Orario: 18:00 - 22:30
Città: Latina
Luogo: Spazio Comel
Organizzatore: Collettivo ECO.
Contatto:
Telefono: 0773/487546
Indirizzo: via Neghelli – 68
eMail: info@spaziocomel.it
Web: www.spaziocomel.it