14.1 C
Roma
9 dicembre 2018
Image default
Sagre, Gastronomia e Tradizioni

Musica e sapori a Santopadre per il “Piacere diVino”

Santopadre, 26 luglio 2013

Perdersi nei vicoli, fra vecchi muri di pietra che hanno visto la Storia. Un calice di vino in mano, l’orecchio teso a riconoscere da dove viene quella musica. Un percorso aperto all’improvvisazione.

È la filosofia alla base di “Piacere diVino”il 26 luglio, quattro passi fra musica, vino e gustosissimi piatti tipici locali, senza una vera meta se non il privilegio di scoprire, passo dopo passo, sorso dopo sorso, assaggio dopo assaggio, un paesino del Frusinate, Santopadre, che è un gioiellino medievale arrocato su un colle ciociario, sotto all’immancabile torrione, con una vista spettacolare: un colpo d’occhio straordinario, laggiù, sulle Gole del Melfa.

Non serve essere intenditori di vino ma, semmai, predisporsi con l’animo giusto per dedicarsi una giornata di relax. Al resto ci pensa l’organizzazione che ha seminato, fra le varie piazzette del paese, incastonate fra gli antichi vicoli, musica, appunto, della più varia. Il resto lo fanno le venti cantine del paese che aprono i vecchi portoni squadernati dal tempo per offrire sotto le travi affumicate vino e piatti tipici locali con un tuffo nei veraci, solidi, sapori del passato: polenta aglio, olio e peperoncino, oppure nella variante con verdura o fritta, gnocchi al maiale, crespelle con baccalà, broccoli, zucca e cimette di cavolfiore, oppure i “fini fini”, tipici spaghetti ciociari con le “recaglie” cioè un ricco sugo di frattaglie di pollo, stacciatella al brodo di gallina. E ancora: “patacche”, semplici tagliatelle acqua, farina e pomodoro oppure robusti timballi alla ciociaria ricchi di sugo, macinato di bue e maiale e mozzarella, zuppe di ceci, pasta e patate, frittate di salsiccia, “fronne” e patate, cioè cavolo cappuccio, patate e pancetta a listarelle.

 

Ce n’è per tutti i gusti, ogni palato è accontentato. Chi è vegetariano potrà saltare dalle cimette di rapa al vino bianco, alla cicoria “impazzita” fino al “pane cotte”, una sorta di minestra casareccia che è il trionfo dell’orto: ceci, lenticchie, costole di sedano, pomodori, bietola, cicoria, fagioli, fave, carote, cipolle e, naturalmente, pane raffermo. Una minestra “povera” arricchita con una spruzzata di pecorino grattuggiato.

Chi ama i sapori forti non potrà rinunciare ad assaggiare piatti come il “garofalato”, castrato di agnello insaporito con i chiodi di garofano o come salsiccie e broccoletti ripassati nello strutto, coniglio alla ciociaria – vino, aceto e acciughe – o il cosciotto di capretto con patate e rosmarino.

Ma Piacere diVino è anche altro. È musica. Quattro saranno i generi che accompagneranno simultaneamente la festa. Uno in ogni piazzetta per accontentare tutti. Chi ama una musica italiana la potrà ascoltare  rivisitata in chiave rock, non mancheranno per momenti romantici cover band dei beatles, chi verrà con la fidanzata e vorrà concedersi qualche ballo ci sarà disco music con le più belle hit dell’estate, musica popolare e pizzica. Ve ne saranno per tutti i gusti.

Info
Località: Santopadre Frosinone Lazio
Date e orari: – 26  luglio
Tel: 3408505381
FB: https://www.facebook.com/pages/Fuoriporta/443250589045999?ref=hl


Data: il 26 luglio 2013
Orario: 00:00 - 00:00
Città: Santopadre
Luogo: centro storico
Organizzatore:
Contatto: Fuoriporta
Telefono: 3408505381
Indirizzo:
eMail: info@fuoriporta.org
Web: www.facebook.com/pages/Fuoriporta/443250589045999?ref=hl