26 Settembre 2020
Sport, Tempo Libero e Divertimento

Primo Maggio al Castellaccio di Terrano

Civita Castellana, 1 Maggio 2016

Il sito denominato Castellaccio di Civita Castellana è un’area privata che si estende per circa sette ettari sul pianoro tufaceo che dal ponte di Terrano si protende, verso est, fino quasi a raggiungere il Ponte Clementino alla confluenza del Rio Purgatorio con il Rio Maggiore, il più importante degli affluenti del fiume Treja.

Un sentiero conduce alla mola di “Biscotto” nella forra del Rio Maggiore. Dopo una breve sosta in questa spettacolare area naturalistica dove si possono vedere i resti di un antico mulino ad acqua (anticamente ce ne erano sette) si risale per un percorso scavato nel tufo che conduce alla necropoli archeologica del Castellaccio.

Le forre incise dai due torrenti Rio Purgatorio e Rio Maggiore con pareti inaccessibili alte circa cinquanta metri, percorrono i lati nord e sud del pianoro e delimitano una splendida area di grande interesse ambientale, paesaggistico e archeologico. Il panorama di cui si gode è unico , da nord verso est all’orizzonte il preappennino sabino e la valle del Tevere, da est a sud il Centro storico di Civita Castellana con la vista del Ponte Clementino e il Forte Borgiano del Sangallo.

Il pianoro è coperto da un bosco in cui prevalgono i sempreverdi ( lecci, fillerea, corbezzoli, erica arborea, alloro, ligustro, cisti, asparagi) con la presenza di altre importanti essenze botaniche ( cerri, roverelle, ornielli, bagolari spaccasassi, prugnoli, crognoli, biancospini, rosa canina) e presenta importanti evidenze archeologiche: tagliate, castello altomedioevale , torre semaforica medioevale e la porzione più ben conservata della necropoli falisca di Terrano ( VIII – III sec. a.C.).

INFORMAZIONI:

Data: 1 Maggio 2016
Orario: 09:30 - 17:00
Città: Civita Castellana
Luogo:
Organizzatore:
Contatto:
Telefono:
Indirizzo:
eMail: [email protected]
Web: www.turismocivitacastellana.it