29 Settembre 2020
Sagre, Gastronomia e Tradizioni

Sbarco del Corsaro Dragut

Scauri di Minturno, 12 Luglio 2014

Curri mammella mia, ‘nzerra le porte! E tu tatiglio mio piglia la scuppetta, ca so arrivati gli Turchi alla marina!

Il 21 Luglio del 1552, una flotta Ottomana, con la presenza di alcune galee francesi, si affaccia sul porto di Scauri. Secondo un cronista spagnolo del secolo successivo è lì a “tomar agua”, a fare – cioè – rifornimento d’acqua. La flotta è reduce dalle orribili stragi di Reggio Calabria di inizio luglio e al comando di essa vi sono l’ammiraglio supremo Sinan Pascià e il temutissimo Dragut, il corsaro che – più di tutti – infesta e devasta le coste italiane. Traetto, l’attuale Minturno, è stranamente bardata con bandiere francesi. Forse un emissario ha portato la notizia che assieme alla flotta viaggia un rappresentante della casata dei Caetani, che su quelle terre aveva sino a qualche anno prima governato, forse la cittadina traettese spera in quel modo di ingraziarsi la temibile flottiglia. Una parte delle truppe Ottomane sale a Traetto, e viene accolta in amicizia, ma quando i turchi cominciano a raccogliere al centro del castello i migliori adolescenti e le migliori giovani fanciulle l’inganno viene svelato. Troppo tardi. Traetto viene messa a ferro e a fuoco, anche Castellonorato viene attaccata, e 200 giovani prigionieri vengono caricati sulle navi ottomane. La leggenda racconta che si salveranno: un intervento divino – la Madonna delle Grazie – li farà tornare a riva grazie ad un miracoloso temporale. La cronaca rivela che di lì a poco, il 5 agosto, a Ponza, la medesima flotta sbaraglierà le navi genovesi dei Doria, catturando ben 7 galee della Repubblica di Genova, in una delle battaglie navali più famose della storia. Ecco il resoconto che fa dello sbarco a Scauri Gasparo Fuscolillo, canonico di Sessa, contemporaneo agli accadimenti :
“Eodem die la sopradicta armata deo ad porto ad Scauli et inadrivando smontero pariczi turchi et sallgliero ad Traiecto, donne pigliero circha duicento anime con lo castellano, che lo pigliaro ad bona fede; et adbrusarono Traiecto et Castellonorato, et quanta bestiame trovero, tucte le admaczaro. A dì 22 del mese de iulio, la matina per tempo, se partero la dicta armata da Scauli et addero in alti mari; non se pocte sapere dove tirao”

INFORMAZIONI:

Data: 12 Luglio 2014
Orario: 18:00 - 23:30
Città: Scauri di Minturno
Luogo: Monte d'Oro zona scogliera
Organizzatore:
Contatto:
Telefono:
Indirizzo:
eMail:
Web: www.facebook.com/events/417446771728824/