5.7 C
Roma
20 Febbraio 2019
Image default
Arte e Cultura

Spazi Armonici – Estetica

Vetralla, 30 novembre 2013

Esposizione e performance di Flavio Tiberio Petricca e Emanuela Serini

Sabato 30 novembre 2013 ore 16.30

“Te lo do io un fisico nuovo

Vademecum sincero e irriverente
della chirurgia estetica”
di
Francesca Romana Di Biagio,
(Davide Ghaleb Editore)

con:
Laura Lucibello (APAI)
Francesca Romana Di Biagio, autrice
Flavio Tiberio Petricca, artista
Pietro Benedetti, attore

Aperitivo rustico con olio nuovo

Apai (Associazione per la Promozione delle Arti in Italia), presenta, sabato 30 novembre 2013 alle ore 16.30, presso il Museo della Città e del Territorio di Vetralla (VT), SPAZI ARMONICI ESTETICA, mostra e performance di Flavio Tiberio Petricca, in concomitanza della presentazione del libro “Te lo do io un fisico nuovo. Vademecum sincero e irriverente della chirurgia estetica” di Francesca Romana Di Biagio, Davide Ghaleb Editore.

SPAZI ARMONICI ESTETICA
L’armonia estetica, sinonimo del divino è da sempre aspirazione dell’uomo. Con il tempo e l’affinamento della tecnica, questa si è rimessa in gioco, in forme e situazioni sempre piu’ al limite del definibile, quasi da volerne stravolgere le leggi su cui si è posata saldamente per secoli e in un attimo volersi riaffermare in nuove vesti.
Influenzato da tutto questo inseguire strade nuove e in alcuni casi di incerta sostanza, l’artista decide di abbandonarsi totalmente alla sua natura, lasciandosi trasportare dalle sue curiosità e dai sogni.
Con queste parole “quel poco che ho capito di me e di come cerco la mia armonia nell’arte è che, se un’opera per essere tale deve avere solennità, poesia, … queste caratteristiche non le cerco nel mio operato, ma nello spazio che questo crea. In questo specifico contesto provero’ a scoprirlo attraverso delle semplici linee di bianco dipinte sul corpo umano…” l’artista definisce i sentimenti che prova di fronte a un tema così grande che lega l’armonia all’estetica.

GLI ARTISTI
Flavio Tiberio Petricca è nato a Roma nel 1985 e vissuto a Montelibretti. Ha studiato pittura fin da giovanissimo grazie alla nonna paterna, Marisa Giordani, una pittrice dilettante che vanta una grande istruzione in materia grazie a grandi artisti, suoi contemporanei, come il maestro Giorgio De Chirico e Greco. Sempre affascinato dall’arte, quando ha potuto, all’età di 18 anni ha iniziato a frequentare lo studio di Farfa della pittrice Caterina Ricca, dove ha arricchito le sue conoscenze tecniche sul colore e la composizione. Ha iniziato a fare le prime esposizioni in alcuni locali di zona e piccole gallerie già dal 2007, e ha continuato a lavorare ed esporre tra Latina, Roma, Rieti e Madrid fino al 2012. Ha cominciato con il figurativo classico, producendo affreschi e acquerelli; per poi ricercare una sintesi priva di colore e di prospettive, fino all’astrazione sfociata nell’informale.
Attualmente fa parte del “Movimento Energy-Tracks”, formato da sette artisti provenienti da tutta Europa, che ricerca, attraverso le azioni e reazioni fisico-chimiche, nuovi campi espressivi nell’arte.

Emanuela Serini è nata a Roma nel 1983, si laurea in Storia dell’Arte alla Sapienza, con una tesi sul Body Painting.
Nei suoi lavori la figura femminile ha un ruolo di assoluta centralità: dai ritratti in grafite, agli acquerelli alle tele.
Ispirata al decorativismo di Klimt, pone la donna in atmosfere spesso surreali e metafisiche, prediligendo le sinuosità e le forme lineari che esprimono tutto l’erotismo dei corpi seminudi.
Colori fiammeggianti e contrastanti, dipinti con grande entusiasmo e passione, la avvicinano al cromatismo espressionistico a al fauvismo francese.
Nella sua body art è altrettanto evidente la tensione drammatica attraverso l’uso di colori forti e violenti.
La sua prima personale, SURREAL WOMEN, è nel 2011, al Karma Cafè, dove si esibisce anche in performance di body painting.
Tra le collettive a cui partecipa si ricordano: la mostra ARTEREAZIONI, a Nettuno; il “Festival dell’arte erotica” di Roma (per 3 edizioni); RINASCENCE (Roma), ARTERME, presso il centro termale EQUILIBRIO.
Nel 2013 partecipa al “Festival delle arti indipendenti” di Roma, e a Porta Pia nella “notte del dissenso”, dove ha lavorato con la sorella Chiara con il collettivo Synesthesia Art Lab, con il quale inizia a produrre il video-performance, “THE WALL” girato a Berlino.

IL LIBRO
In “Te lo do io un fisico nuovo” Francesca Romana Di Biagio, giornalista di costume per Style e Il Giornale intervista il Dott. Alberto Orlandi, esperto in chirurgia estetica: un personaggio ironico, senza remore a confessioni, sconfessioni e divulgazioni di consigli utili. Il risultato è un volume ricco di rivelazioni inedite, a cuore aperto, di un professionista del settore sul mondo della chirurgia estetica. Sui suoi personaggi, bizzarri, singolari, ma al tempo stesso ordinari e desiderosi di risposte certe e serie. Sulle nuove frontiere della medicina e sulle tecnologie d’avanguardia che consentono di ottenere i risultati sperati, in maniera non invasiva e senza compromettere la propria salute. Su una professione tutt’altro che semplice da esercitare, se non possiedi il carattere giusto e non hai le conoscenze altolocate per fare carriera. Infine, l’appello per una chirurgia che sia etica, prima ancora di estetica.
“Te lo do io un fisico nuovo” è acquistabile online sul sito www.ghaleb.it, con spese gratuite di spedizione.

L’AUTRICE
Francesca Romana Di Biagio, laureata in Scienze Politiche alla Luiss Guido Carli di Roma, è una giornalista professionista per carta stampata e televisione ed esperta in comunicazione d’impresa e uffici stampa. Scrive di economia e costume per Il Giornale, Style e il mensile economico Espansione. Ha lavorato per la 7, ha curato e condotto vari programmi per Class Cnbc, Mediaset, la web tv di Banca Intesa e dal 2008 al 2010 ha svolto corrispondenze giornalistiche da Shanghai per Libero mercato, Panorama Economy e Il Giornale. E’ autrice del libro “Orientarsi in Cina” Storie italiane di successo all’ombra del Dragone”, Aliberti Editore, pubblicato nella collana di Pierluigi Celli e del reportage televisivo, “Un ponte in rosa”, patrocinato dal Senato e dedicato al rapporto tra internazionalizzazione e crescita professionale femminile. Durante l’Expo 2010 di Shanghai, è stata responsabile della comunicazione del progetto “Italia degli innovatori”, promosso dal Ministero della pubblica amministrazione e innovazione e dal Commissariato italiano per l’Expo 2010.


Data: il 30 novembre 2013
Orario: 16:30 - 16:30
Città: Vetralla
Luogo: Museo della Città e del Territorio
Organizzatore: Associazione per la Promozione delle Arti in Italia
Contatto:
Telefono: 0761.485188 - 338.4310946
Indirizzo: Via di Porta Marchetta, 2
eMail:
Web: www.ghaleb.it/Museo.htm