13.8 C
Roma
21 Aprile 2019
Image default
Arte e Cultura

Stampatori romani: i Bulla

Roma, 10 giugno 2013 al 25 luglio 2013

La Casa delle Letterature, nell’ambito del ciclo Doppio Passo. Incontri di Arte e Letteratura e della XII edizione di Letterature – Festival Internazionale di Roma, propone il primo appuntamento di una rassegna che si intende dedicare alle grandi stamperie storiche romane e alle loro creazioni, sottolineando, in particolare, l’intensa e proficua collaborazione dei maestri stampatori con artisti e scrittori. Le stamperie romane sono state e tuttora continuano a essere punti di incontro dove, in un crogiolo di idee, avviene la vera fusione tra arte e letteratura.

Iniziamo dai Bulla, con una mostra che propone una selezione di opere di grandi maestri dell’arte contemporanea della scuola romana affiancati da prestigiose firme della letteratura durante un periodo che va dalla fine degli anni ’70 ai primi anni ’90.

Ingresso libero – dal lunedì al venerdì ore 9.30-18.30

Descrizione della mostra
La storia della stamperia romana Bulla comincia nel 1840, quando Anselmo Bulla, nipote di Francesco, il quale aveva cominciato l’attività di famiglia nel 1814 a Parigi, apre a via del Vantaggio una bottega per stampare libri di alta qualità. In poco tempo diventa una delle migliori della città, stampando sia importanti volumi scientifici sia locandine e manifesti. Dal 1941, Roberto Bulla, padre degli attuali proprietari della stamperia, Romolo e Rosalba, comincia a privilegiare il lavoro con importanti artisti della scena romana e internazionale. Tra i tanti che hanno lavorato con
i Bulla si ricordano Giuseppe Capogrossi, Renato Guttuso, Giorgio De Chirico, Alberto Savinio, Luigi Ontani, Sandro Chia, Toti Scialoja, Carla Accardi, Enzo Cucchi, Jannis Kounellis. Con alcuni dei quali i Bulla hanno anche affiancato ai tradizionali metodi di stampa nuove e innovative tecniche. Ancora oggi, la stamperia dei fratelli Bulla è un importante punto di riferimento per artisti di diverse generazioni.

Nella mostra che presentiamo nella galleria della Casa delle Letterature, Testi in Opera, presentiamo lavori di:
due opere di Jannis Kounellis
un’opera di Enzo Cucchi
un ‘opera di Carla Accardi
Un libro d’artista di Roberto Pace con testi di Edoardo Albinati
Un libro in tela di Piero Pizzi Cannella
Un libro d’artista di Gianni Dessì e con un racconto di Giorgio Barberio Corsetti
Un libro d’artista di Domenico Bianchi con poesie e prose di Kakuan
Due libri d’artista di Bruno Ceccobelli
Un libro d’artista di Nunzio con un testo di Ersi Sotiropoulos
Un libro d’artista di Ruggero Savinio con testi di Antonella Anedda
Un libro d’artista di Mimmo Paladino con testi di Leonardo Sciascia
Un libro d’artista di Giulio Turcato con brevi meditazioni di Emilio Villa
Un libro d’artista di Sandro Chia con poesie di Roberto Triana
Dogana , un volume curato da Eduardo Cicelyn che documenta il progetto Dogana d’arte , un centro polivalente nell’Italia meridionale ad Atripalda in cui far convivere esperienze artistiche diverse, dalla letteratura all’arte, al teatro , alla musica. Il volume contiene infatti litografie, fotografie, testi narrativi e poetici di vari artisti e scrittori.

 


Data: il 10 giugno 2013 al 25 luglio 2013
Orario: 09:30 - 18:30
Città: Roma
Luogo: Casa delle Letterature
Organizzatore:
Contatto:
Telefono: 06 68134697
Indirizzo: piazza dell’Orologio n. 3
eMail:
Web: www.casadelleletterature.it