13.3 C
Roma
20 Febbraio 2019
Image default
Arte e Cultura

Un albero per Falcone

Roma, 23 maggio 2013

Il potere politicomafioso –di cui le organizzazioni criminali costituiscono il braccio armato, con licenza di fare affari- è sempre contro i diritti fondamentali e controogni istanza di progresso, dalle lotte per la riforma agraria ad oggi. È comela Santa Alleanza, un’élite politico- economica reazionaria che grazie ad unpatto scellerato e a una sua parte istituzionale cerca di conservare potere eprivilegi.

 

(Fonte: http://web.rifondazione.it/home/index.php/prima-pagina/20268-intervista-a-franco-la-torre)

 

In un saggio contro il fanatismo (1) Amos Oz sosteneva che “ilfanatismo è spesso strettamente legato ad un contesto di profonda disperazione:dove le persone non avvertono che disfatta, umiliazione e indegnità (…) ” unostato di disperazione utilizzato da chi, perseguendo un interesse ben piùmondano, che quasi mai, ha a che vedere con forme di salvezza più o menoceleste, fomenta l’odio e premia l’omertà. Un sistema, questo, simile in tuttoe per tutto a quello mafioso, così come il fanatismo potrebbe però essere sconfitto“generando speranza” anche la lotta alla mafia ha bisogno di prospettive, diprogettualità, della capacità delle persone di immaginare uno stato diverso daquello attuale.

 

C’è qualcosa nella natura del fanatico, un che difondamentalmente sentimentale e al tempo stesso del tutto privo di fantasia –continua Oz – e questo mi da una speranza, la speranza invero molto remota, cheiniettare un poco di immaginazione nella gente possa servire, chissà, a farsentire a disagio il fanatico.” Anche della mafia si ha un’idea romantica,un’idea di rispetto, di”codice”, di “etica criminale”, e così come il fanatico“è l’essere più altruista al mondo” la mafia, riempiendo gli spazi lasciativuoti dalla giustizia e dallo stato, sembra l’unica alternativa possibile alladisperazione. L’unico antidoto a questa forma virale è la cultura che, generandola capacità di immaginare, innesca la volontà nelle persone di aprirsi concoraggio a quelle istanze di rinnovamento che da sempre il potere mafiosoosteggia.

 

Piantare oggi un albero in onore di Falcone ha unsignificato più che meramente simbolico, significa in primo luogo ancorare leradici di un sentire comune ad un passato comune, con la prospettiva, tuttiinsieme, di slanciarci con entusiasmo verso un futuro che deve essereinnanzitutto immaginato.

 

(1) Amos Oz, Contro il fanatismo, ed. Feltrinelli, giugno 2004.
Giovedì 23 maggio, ore 12:30 – Villa Gordiani


Data: il 23 maggio 2013
Orario: 12:30 - 14:00
Città: Roma
Luogo: villa gordiani
Organizzatore: lista civica marino sindaco
Contatto: Miriam
Telefono: 3282685832
Indirizzo: villa gordiani
eMail: m.gambacorta@chembe.eu
Web: www.facebook.com/events/260253887453821/