28 Settembre 2020
Giornate del Patrimonio 2012 Provincia di Roma

Roma – Tullia Matania “Marmi” Mostra

Tullia Matania – Marmi –

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il Grande Evento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali che ogni anno accoglie nei luoghi della cultura un vasto pubblico composto soprattutto da giovani, l’Istituto Nazionale per la Grafica, diretto da Maria Antonella Fusco, prosegue con l’apertura al pubblico della mostra MARMI di Tullia Matania.

Sabato 29 e domenica 30 settembre, le due giornate dedicate alla conoscenza del patrimonio culturale europeo, nelle Sale di Palazzo Poli, dove è allestita la mostra, sarà presente anche l’artista.

Tullia Matania vive e lavora a Napoli, a Villa Belvedere al Vomero, in una casa-museo dove ha fondato nel 1979 l’Associazione Ugo Matania.

La mostra MARMI raccoglie per la prima volta un centinaio di opere su marmo realizzate in due fasi diverse (dagli anni ’70 ad oggi) che, come potenziali matrici di stampa, propongono allo sguardo del visitatore un viaggio nell’immaginazione.
I soggetti che l’artista legge nella materia sono suggeriti dalle stesse venature dei diversi tipi di marmi.
Tullia Matania dipinge e scolpisce nello stesso tempo, interpretando la materia con il suo intuito creativo per sollecitare e poi lasciare libera l’immaginazione dell’osservatore.

Due film inseriti nella mostra raccontano Tullia Matania e accompagneranno il pubblico durante la visita.

“E si parte insieme all’artista, attente, non a un semplice gioco di identificazione di forme sottese nella vena del marmo ma ad una sorta di narrazione maieutica, dell’intreccio tra il segno e il sentimento contenuti insieme, inscindibili, nella pietra. Si parte insieme all’artista, perché il suo sguardo ha un carisma: vede, ma subito dopo insegna a vedere a chi le sta vicino”.
Un pantheon di figure e riferimenti affettivi forti, quello della Matania, composto dalle persone della famiglia ma anche ispirati dalle cronache italiane ed europee.
Non solo: “I più svariati animali sono presenti nelle composizioni che Tullia Matania “estrae” dalle venature dei marmi uccelli (rapaci, gufi, albatros, fenicotteri), cavalli, gatti, conigli, scimmie. Alcuni ricorrono spesso, come i cavalli e i gatti, e si è portati a pensare che siano più presenti nella immaginazione dell’artista, o più semplicemente sono parte del suo vissuto quotidiano”.

Notizie utili
Sede Roma, Istituto Nazionale per la Grafica
Palazzo Poli
via Poli 54 (Fontana di Trevi)
Dirigente: Maria Antonella Fusco

Date 11 settembre – 30 settembre 2012 

Ingresso libero
Orario martedì – domenica, ore 10.00 -19.00 – chiusura settimanale: lunedì

Responsabile Ufficio Stampa e Comunicazione: Angelina Travaglini
[email protected]
ph. 39 06 69980238 fax 39 06 69921454
portatile 3346842173
Sito internet:www.grafica.beniculturali.it