28 Settembre 2020
Luoghi nel mondo

10 luoghi da visitare in Egitto

Non si può dire di aver girato il mondo se non avete mai visto Egitto.

Da sempre considerata una delle più antiche misteriose mete di viaggio al mondo, l’Egitto soddisfa da sempre il viaggiatore che è alla ricerca di intense emozioni.

Le maestose piramidi, navigare sul fiume Nilo, cavalcare un cammello, fare shopping in bazar in Egitto, e la storia che vive in questi luoghi sono sufficiente a farvi prenotare subito un viaggio ed Visto Egitto.

Oltre alle sue strutture storiche, i templi e le tombe, l’Egitto ha un fascino unico per gli amanti della spiaggia, gli appassionati di cultura, i pellegrini e le cercatori di avventura.

Ecco una lista dei migliori luoghi da visitare in Egitto:

Museo Egizio del Cairo

Museo Egizio del Cairo

Un sogno per molti appassionati di storia, il Museo Egizio del Cairo ospita i famosi tesori archeologici della tomba di Tutankhamen: gioielli, artigianato e ceramiche di ogni tipo che l’antico sovrano bambino considerato importante sono esposti all’interno il museo.

Guardando il volto dorato senza età del re popolare, guardando le mummie reali esposte e ammirando gli artefatti che raccontare storie sulla storia egizia sono solo alcune delle cose da fare mentre esplora il Museo Egizio del Cairo.

Nel secondo trimestre del 2018, alcune mostre sono state trasferite al Grande Museo Egizio di Giza, in modo da poter programmare una visita ad entrambi i musei per un’esperienza di apprendimento più ampia.

Piramidi di Giza e la Grande Sfinge

Grande Sfinge

L’Egitto è conosciuto da tutti, bambini e adulti, per la sua maestosa piramidi.

Il paese ha un totale di 120 piramidi che servivano come tombe per i faraoni.

Arrivati in Egitto, è un dovere andare al cospetto delle Piramidi di Giza, considerate le più grandi e alcune delle piramidi più antiche del paese. Costruite secoli fa, le Piramidi di Giza fanno parte delle Sette Meraviglie del Mondo Antico e gli ultimi sopravvissuti della lista.

Non potete dire di aver visto nulla se non avete visitato queste piramidi.

Gli studiosi hanno formulato molte teorie su come sono state erette queste maestose piramidi. Infatti, parte del motivo per cui questa attrazione è popolare tra i turisti sono il mistero che li circonda.

Ma il tour alle piramidi sono sarebbe completo senza un viaggio alla Grande Sfinge, una maestosa scultura di una creatura mitica con la testa di una umano e il corpo di un leone.

La cosa migliore è visitare le Piramidi di Giza e la Grande Sfinge nel tardo pomeriggio, in modo da avere la possibilità di ammirare la luce del giorno e i suoni che pervadono il complesso.

Tempio di Philae

Tempio dedicato alla dea egizia Iside, il Tempio di Philae è considerato da molti come il posto più bello dell’Egitto.

È anche il il tempio più intatto che si possa trovare nel paese.

La maggior parte degli storici considera questo tempio il luogo dove sono stati fatti gli ultimi idrografi scritto.

Di notte, si può assistere alla luce del tempio in affascinanti colori.

Il Tempio si trova su una piccola isola vicino alla davanti alla diga di Assuan.

Deserto Bianco

Deserto Bianco

Sappiamo che i deserti sono sabbiosi e la nostra percezione di andare in un deserto è andare ad esplorare vaste terre piene di sabbia arida e sotto la il calore bruciante del sole.

In Egitto, c’è un certo posto chiamato il Deserto bianco.

Sembra un paese delle meraviglie innevato nel mezzo del sabbia infinita, il deserto bianco è caratterizzato da una forma surreale montagne di gesso e non potete tornare a casa senza dire ai vostri amici di averlo visto.

Una meraviglia naturale che ha stupito i turisti in Egitto per anni, il Deserto Bianco è un luogo fuori dal comune per gli avventurieri alla ricerca di qualcosa di unico e pittoresco.

Complesso del Tempio di Dendera

Tempio di Dendera

La maggior parte dei templi in Egitto sono stati distrutti nel corso del tempo, ma altri rimangono ancora intatti.

Un altro dei templi meglio conservati in Egitto, che che potete visitare, è il tempio nel complesso di Dendera.

Il complesso è stato istituito come un modo per adorare Hathor, la dea dell’amore, maternità, fertilità, danza e musica. Si può salire sul tetto di il tempio e dare un’occhiata a una delle prime rappresentazioni degli zodiaci dipinto sul tempio.

La Valle dei Re

Re Tutankhamon, probabilmente il più noto sovrano dell’antico Egitto, non è l’unico faraone del Nuovo Regno.
Alla Valle dei Re in Luxor, potete visitare le tombe dove la maggior parte dei faraoni sono stati sepolti fino a 4.500 anni fa.

Reliquie e murales esposti in la Valle dei Re ti permette di immergerti più profondamente nella storia dell’Egitto.

Un viaggio di contorno per visitare Luxor in Egitto è il Tempio di Karnak, che è il più grande tempio del paese con 134 colonne massicce che misurano in su a 21 metri.

Il Tempio di Karnak è dedicato ad Amun-Re, un dio principale dell’antico Egitto. Anche se il tempio aveva già subito alcune ricostruzione nel corso del XVIII secolo, fu costruito intorno al 2100 A.C. La magnificenza e il fascino antico del Tempio di Karnak sono ancora presenti e continuano ad attirare i turisti.

Sito di immersione Thistlegorm

Thistlegorm

Il Mar Rosso è popolare come sito per le immersioni e lo snorkeling grazie alla ricche specie marine che si trovano nelle sue acque ma oltre a questo, il Mar Rosso è anche sede di diversi relitti di navi affondate nel Golfo di Gubal e il Golfo di Aqaba.

I subacquei apprezzano particolarmente il sito di immersione Thistlegorm.

Nel 1941, Thistlegorm, una nave da carico inglese della seconda guerra mondiale per la Truppe britanniche, fu bombardata dai tedeschi e affondò nel Mar Rosso.

Si possono vedere: auto, moto e altri cimeli della Seconda Guerra Mondiale.

È possibile programmare un’immersione al Thistlegorm da Hurghada o Sharm el-Sheikh.

Abu Simbel

Abu Simbel

Un sito preservato dall’UNESCO, Abu Simbel è sicuramente un luogo da non perdere a Egitto.

Anche chi non è troppo appassionato di storia troverà Abu Simbel un una vista mozzafiato.

Abu Simbel è stato costruito, più di tremila anni fa, grazie agli sforzi di Ramses II come segno della sua autorità sui nubiani.

Dal 1964 al 1968, in un processo di ricollocazione che ha preso quasi quattro anni, l’UNESCO ha effettuato il trasferimento del sito al fine di evitare che Abu Simbel scompaia sott’acqua a causa della diga di Assuan.

I visitatori di Abu Simbel possono divertirsi con le statue di Ramses II, la interni finemente decorati e le pareti dipinte. C’è anche un tempio di Nefertari proprio accanto al tempio.

Oasi di Siwa

Un’oasi isolata tra la Depressione del Qattara e il Grande Mare di Sabbia, l’Oasi di Siwa è un piccolo paradiso nascosto in Egitto.

I viaggiatori si recano all’oasi di Siwa poiché le sue tribù sono ancora in grado di
preservare la loro cultura e la loro lingua.

Inoltre, l’Oasi di Siwa offre un una bellezza naturale ineguagliabile, e durante l’inverno da il suo meglio.

Nell’Oasi di Siwa è possibile noleggiare un triciclo o una bicicletta per esplorare l’intera area. Potete anche provare l’esperienza di nuotare in una sorgente calda lungo il percorso verso il Tempio dell’Oracolo.

Cittadella del Cairo

Un’ultima cosa da non lasciare nel vostro itinerario in Egitto è la Cittadella del Cairo o la Cittadella del Saladino del Cairo.

Situata in cima a una collina al Cairo, la Cittadella del Cairo risale al 1176 d.C. ed è considerata Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO dal 1979.

La cittadella è stata commissionata da Salah al-Din e ospita tre moschee e quattro musei.

Alcuni dei luoghi più interessanti all’interno della cittadella sono i seguenti:

  • Moschea di Muhammad Ali (nota anche come Moschea dell’Alabastro per i materiali utilizzati nella sua costruzione),
  • Sultano al-Nasir Muhammad ibn Qala’un Moschea (che ha un
    impressionante cortile e due antichi minareti),
  • e l’egiziano Museo Militare (dedicato alle mostre delle recenti guerre in Egitto
    storia).
Ricordate che se intendete partire per l’Egitto è necessario ottenere il visto Egitto, la richiesta online è la maniera più facile per ottenere il tuo visto per l’Egitto.

Il nostro elenco non copre tutti i luoghi che vale la pena visitare in Egitto, ma fornisce con una guida dei 10 migliori posti da vedere. Infatti, il paese vanta di molti bazar, templi, musei e gallerie, oltre a paesaggi naturali.

Visto Egitto

Il visto Egitto si può richiedere anche attraverso un’agenzia di visti online, usufruendo di servizi come l’assistenza in lingua italiana durante e dopo la procedura di richiesta e la verifica dei dati inseriti, onde evitare contrattempi e imprevisti.