Lazio Eventi
Curiosità

Curiosità che forse non sai sul cioccolato

Il cioccolato è uno degli alimenti tra i più amati in tutto il mondo.

Il cacao, ingrediente base del cioccolato, viene estratto dai semi di alcune piante del genere Teobroma.
Il frutto di questa pianta ha una forma che ricorda quella di una grossa mandorla e contiene fino a 40 semi; il cacao in polvere si ottiene dalla macinazione dei semi precedentemente essiccati.

La parola “cacao” deriva da “kakawa”, probabilmente dalla lingua olmeca, un antico precursore mesoamericano dei Maya; invece il termine “cioccolato” deriva dalla parola “xocolatl” o “acqua amara”.
Anche il nome scientifico dell’albero del cacao riprende l’aspetto religioso dei Maya: Theobroma cacao significa, approssimativamente, “cibo degli dei”.
Secondo altri il nome deriva da Quetzalcoatl, il serpente piumato dio della mitologia atzeca, secondo la leggenda è stato lui a portare il cacao sulla Terra.

Cioccolato

Ecco alcune curiosità sul cioccolato e sul cacao:

La pianta del cacao è originaria dell’America tropicale: in Europa nessuno conosceva lo conosceva prima dei viaggi di Cristoforo Colombo.
Oggi il 70% della produzione mondiale di cacao viene da coltivazioni in Africa.

Cioccolato in antichità

I Maya consumavano la cioccolata più di duemila anni fa.
La loro era una bevanda grassa e amarissima condita con le spezie, farina di mais e peperoncino; questa bevanda sarebbe stata salata e amara – molto diversa dal sapore dolce e cremoso della bevanda calda che ci piace bere al giorno d’oggi!
I Maya commerciavano i preziosi semi (spesso chiamati fagioli) come valuta in tutta la Mesoamerica.

La cioccolata che poteva cambiare il mondo

Napoleone era un grande amante del cioccolato; secondo i giornali inglesi e americani, Napoleone sfiorò la morte quando gli fu servita una bevanda avvelenata dalla sua amante abbandonato.
Le voci riportano che Pauline Riotti, ex amante di Napoleone, fu lasciata con un figlio ma senza alcun aiuto finanziario dopo che Napoleone l’abbandonò.
Riotti vide la sua occasione per vendicarsi quando Napoleone visitò il monastero in cui stava lavorando, avvelenando una tazza della sua bevanda al cioccolato mattutina.
Sfortunatamente per Riotti, un cuoco aveva visto questo accadere e aveva inviato un messaggio di avvertimento a Napoleone.
Riotti fu costretta a bere la stessa bevanda che aveva avvelenato e morì nel giro di poche ore.

Documenti storici hanno recentemente rivelato che Hitler progettò di usare il cioccolato come arma contro Churchill durante la seconda guerra mondiale.
L’arma avrebbe presumibilmente assunto la forma di una bomba: ordigni esplosivi sarebbero stati rivestiti in un sottile strato di cioccolato fondente, e poi confezionati in carta fantasia.
Queste barrette furono marchiate come Peter’s Chocolate e gli agenti segreti furono incaricati di metterle nella sala da pranzo utilizzata dal Gabinetto di Guerra durante la guerra. Fortunatamente, le spie britanniche scoprirono il piano e avvisarono il gabinetto, sventando il piano di Hitler.

Cioccolata Calda

Cioccolata liquida e cioccolato solido

La cioccolata (liquida) come la conosciamo noi nasce nel 1828, quando l’olandese Van Houten trova il modo di estrarre parte del grasso dalla massa dei semi di cacao macinati.
La polvere che rimane è molto più magra e la bevanda che se ne ottiene è molto più buona!

Il cioccolato solido è un’invenzione un po più recente di quello liquido. Nel 1847 l’inglese Joseph Fry scopre che, aggiungendo alla massa di cacao un po del grasso ricavato col sistema di Van Houten, si ottiene una pasta che si può modellare: nasce così la prima tavoletta di cioccolato al mondo!

Il cioccolato fondente, che cioè si scioglie in bocca, si ottiene grazie al concaggio, un procedimento inventato nel 1879 dallo svizzero Rodolphe Lindt.
Il procedimento prevede di mescolare a lungo gli ingredienti, rompendo i grumi con rulli di granito, finché le particelle solide rimaste non sono inferiori ai 30 micron (millesimi di millimetro).

Benefici del cacao

Il cacao è energetico, stimolante, migliora l’umore e fa bene al cuore, contiene antiossidanti che possono aiutare a prevenire il cancro e le malattie cardiache, inoltre contiene teobromina, che è un parente lieve di caffeina e magnesio. Questa sostanza chimica si trova in alcuni tranquillanti.

Il cioccolato farebbe bene ai denti: il cacao, infatti, quello fondente contiene polifenoli, una sostanza chimica che combatte la crescita eccessiva di batteri e altri organismi in bocca. Queste sostanze chimiche possono impedire ad alcuni zuccheri di trasformarsi in acido, causando carie e carie.
Peccato, però, che a rovinare tutto ci sia lo zucchero.
Comunque, secondo gli esperti, il cioccolato amaro all’80% aiuta a prevenire la carie.
Naturalmente, i benefici del cioccolato fondente per l’igiene orale possono essere goduti solo se stai consumando un fondente a basso contenuto di zuccheri.

Il cioccolato contiene meno caffeina rispetto a tè, caffè e coca cola.
Una barretta di cioccolato da 30gr contiene circa 6 mg di caffeina, mentre una tazza media di caffè contiene oltre 90 mg.

Alcuni record

Secondo l’Aidepi, l’associazione italiana che riunisce le industrie del dolce e della pasta, noi italiani consumiamo 2,77 chili di cioccolato a testa all’anno, per un totale di 168.076 tonnellate. E ne esportiamo ancora di più: 278.319 tonnellate, con un volume d’affari di 1 miliardo e 491,4 milioni di euro.

Nell’anno 2.000 la città di Torino, in Italia, ha creato la più grande tavoletta di cioccolato mai realizzata. Pesava più di 2 tonnellate.

Gli svizzeri mangiano più cioccolato. La persona media mangia oltre 22Kg. all’anno.

Il cioccolato contiene un enzima chiamato feniletilamina, che rilascia ormoni del piacere e si sente simile all’essere innamorati.

Muffins

La più grande tazza di cioccolata calda è stata prodotta dal comune di Uruapan, in Messico, nel 2018 e conteneva 4.816,6 litri di cioccolato semi-dolce coltivato localmente. Celebrava il Giorno dei Re Magi.

Per il film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, un vero e proprio fiume di cioccolato è stato realizzato utilizzando cioccolato, panna e acqua. Ha iniziato a puzzare dopo pochi giorni!

Ruth Wakefield ha fatto il primo biscotto con gocce di cioccolato per caso nel 1930. Ha dato la ricetta a Nestlé in cambio di una scorta di cacao a vita!

Si pensa che l’imperatore azteco Montezuma abbia consumato 50 calici di cioccolato ogni giorno.

Non dare cioccolato a cani o gatti, per loro è velenoso.

In Italia ci sono molte feste dedicate a questo fantastico alimento.

Ecco le prossime feste che si terranno le Lazio:

CioccoTuscia
Fiere e Mercatini
8.10.2022 - 9.10.2022
Viterbo
CioccoTuscia nasce dall’intenzione degli organizzatori Andrea Sorrenti e Simona Ricci di creare un Festival di...
Castelli di Cioccolato
Sagre, Gastronomia e Tradizioni
7.10.2022 - 9.10.2022
Marino
L'evento più dolce d'Italia sbarca anche ai Castelli! Una fiera interamente dedicata al cioccolato con numerosi...
Cioccofest
Sagre, Gastronomia e Tradizioni
15.10.2022 - 16.10.2022
Caprarola
Torna a Caprarola il festival dei gusti del cioccolato e la festa dei sapori della...
CioccoTuscia
Fiere e Mercatini
15.10.2022 - 16.10.2022
Viterbo
CioccoTuscia nasce dall’intenzione degli organizzatori Andrea Sorrenti e Simona Ricci di creare un Festival di...
Cioccofest
Sagre, Gastronomia e Tradizioni
22.10.2022 - 23.10.2022
Caprarola
Torna a Caprarola il festival dei gusti del cioccolato e la festa dei sapori della...