Lazio Eventi
Prendi nota!

Dal 1° maggio niente più Green Pass

In merito alle norme attuate dal governo per contrastare il Covid-19 dal 1° maggio stop all’obbligo di utilizzo delle mascherine al chiuso; tuttavia fino al 15 giugno saranno ancora obbligatorie le Ffp2 sui mezzi pubblici e al cinema.

Per viaggiare, salire su aerei, treni e bus oppure per andare al cinema o a teatro servirà ancora la mascherina Ffp2, in tutti gli altri luoghi sarà soltanto “raccomandata” e non più “obbligatoria”.

Sul fronte lavoro, anche per andare in ufficio decade l’obbligo di mascherina.

Green Pass

Non sarà più necessario mostrare il green pass.
Dal 1° maggio la certificazione verde continuerà a servire per dimostrare l’avvenuta vaccinazione o guarigione, ma non sarà più obbligatoria nei:

  • luoghi di lavoro,
  • uffici pubblici,
  • negozi,
  • bar e ristoranti,
  • sui mezzi di trasporto,
  • in mense e catering,
  • cinema e teatri,
  • a concerti,
  • eventi sportivi,
  • convegni e congressi,
  • in centri benessere,
  • centri culturali, sociali e ricreativi,
  • concorsi,
  • sale gioco,
  • feste e discoteche.

L’unica eccezione riguarda gli esercenti le professioni sanitarie dei lavoratori negli ospedali e nelle Rsa.

Scuola

Il decreto prevede che i ragazzi e i bambini sopra i 6 anni utilizzino la mascherina fino alla fine dell’anno scolastico.

Mascherine

Per i luoghi di lavoro c’è una raccomandazione a proteggersi. 

Mentre fino al 15 giugno “è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo Ffp2 nei seguenti casi:

  • per l’accesso ai seguenti mezzi di trasporto e per il loro utilizzo:
  1. aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;
  2. navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale;
  3. treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity,
  4. Intercity Notte e Alta Velocità;
  5. autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;
  6. autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente;
  7. mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale;
  8. mezzi di trasporto scolastico dedicato agli studenti di scuola primaria, secondaria di primo
  9. grado e di secondo grado;
  • per gli spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, nonché per gli eventi e le competizioni sportive che si svolgono al chiuso.
  • È altresì fatto obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie ai lavoratori, agli utenti e ai visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, ivi incluse le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistite (Rsa), gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti, e comunque le strutture residenziali di cui all’articolo 44 del decreto del presidente del Consiglio dei ministri 12 gennaio 2017.

È comunque raccomandato di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie in tutti i luoghi al chiuso pubblici o aperti al pubblico.

Non hanno l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie:

  • i bambini di età inferiore ai sei anni;
  • le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché le persone che devono comunicare con una persona con disabilità in modo da non poter fare uso del dispositivo;
  • i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva.