3.9 C
Roma
19 dicembre 2018
Image default
Notizie dal Lazio

Intitolato a Fabrizio Spaziani l’Asteroide 212176

Fabrizio Spaziani
Fabrizio Spaziani

L’Osservatorio Astronomico di Campo Catino rende noto che il Minor Planet Center, con sede a Cambridge in Massachusetts, ha concesso e riconosciuto al defunto Dr. Fabrizio SPAZIANI, l’intitolazione alla memoria del piccolo pianeta 212176 scoperto da Mario DI SORA e Franco MALLIA, ricercatori della Specola ciociara.

Come purtroppo noto il Dr. Fabrizio SPAZIANI, in servizio all’Ospedale di Pieve di Cadore, è scomparso, all’età di 46 anni, durante un operazione di soccorso in elicottero il 22 Agosto del 2009 insieme ad altri 3 colleghi della squadra.

La notizia provocò dolore e sconforto tra quanti lo conobbero ed apprezzarono in quanto nato e vissuto a Frosinone dove frequentò il Liceo Classico Turriziani.

Dedito in modo completo al proprio lavoro e grande appassionato di montagna Fabrizio SPAZIANI, per il sacrificio estremo che ha tributato al servizio del prossimo, è stato insignito della medaglia d’oro al valore civile ed anche dell’intitolazione del nuovo Ospedale di Frosinone.

Ed è proprio per ricordare per sempre questo nostro encomiabile concittadino il Direttore dell’Osservatorio di Campo Catino Mario DI SORA, che lo conosceva ed apprezzava dai tempi del Liceo, ha proposto di nominare un corpo celeste alla sua memoria.

La richiesta, inoltrata a metà agosto del 2012 allo Smithsonian Astronomical Observatory che gestisce il data base di tutti i corpi minori scoperti nel Sistema Solare, è stata convalidata da una specifica e severa commissione scientifica che ha pienamente condiviso le motivazioni addotte dagli scopritori menzionandole ufficialmente.

L’oggetto in questione è il pianetino 212176 scoperto da Campo Catino la note dell’8 Aprile 2008 ad una distanza di 395 milioni di km dal Sole con un diametro di circa 6 km. Il suo periodo di rotazione intorno al Sole è di 4.29 anni e la sua ultima osservazione effettuata risale al 27 Settembre 2012.

 

Articolo originale: http://www.campocatinobservatory.org